Logo Content

    Le voci dai piloti di Gara 1 a Imola

    Imola 29 ottobre 2022

    Intensa prima giornata sul tracciato di Imola dove si sono disputate le prime gare del fine settimana che prevede gli ultimi round della serie europea e nord americana oltre al quarto appuntamento del campionato Asia Pacific.

    Doriane Pin, vincitrice Trofeo Pirelli Europe: “Ho avuto una buona partenza, ho guadagnato un vantaggio consistente subito alla prima curva. Poi il ritmo è rimasto alto per tutta la gara dal momento che Luka Nurmi, alle mie spalle, ha mantenuto una velocità elevata fino alla fine. Però sono riuscita a gestire la gara nel migliore dei modi e di questo sono molto soddisfatta. Inoltre, sono molto emozionata di essere qui a Imola per quest’ultimo round”.

    Luka Nurmi, secondo classificato Trofeo Pirelli Europe: “È fantastico correre su questo storico circuito, è complicato ma molto divertente. Sono arrivato secondo e sono soddisfatto della mia gara. Ho tenuto una velocità molto buona, mi sento in forma e ora il mio obiettivo è quello di vincere le Finali Mondiali”.

    John Wartique, terzo classificato Trofeo Pirelli Europe: “Le qualifiche non sono andate benissimo, c’era molto traffico in pista, però ho realizzato di poter tenere un buon ritmo. Infatti, sfruttando al meglio alcune situazioni alla partenza, sono riuscito a raggiungere fin da subito il terzo posto. Penso che il mio ritmo fosse più veloce rispetto a quello di Luka Nurmi e forse avrei potuto raggiungere una posizione in più, però a un certo punto della gara i freni si sono surriscaldati e quindi ho dovuto rallentare il passo. A essere onesti trovo che a Imola sia piuttosto difficile sorpassare. Però guardiamo il lato positivo: ennesimo podio e secondo posto in campionato messo in cassaforte. Domani cercherò di dare il massimo nelle qualifiche per ottenere un posto migliore, anche in vista delle Finali Mondiali: ho ancora la speranza di vincerle”.

    Nicolò Rosi, vincitore Trofeo Pirelli Am: “E’ stata una gara molto emozionante e parecchio impegnativa, molto competitiva considerati i tanti e validi rivali in pista: una gara piena d’azione e in certi momenti anche molto dura dal punto di vista fisico. Però la strategia che abbiamo scelto si è rivelata vincente e a questo gioco di squadra si è aggiunto anche un pizzico di fortuna che non guasta mai. Quindi non posso certo lamentarmi”.

    Claus Zibrandtsen, secondo classificato Trofeo Pirelli Am Europe: “Giornata entusiasmante soprattutto dopo l’ultimo periodo non certo fortunato. Nella gara di oggi è stato tutto perfetto, quindi posso ritenermi molto soddisfatto. Spero di continuare nello stesso modo domani”.

    Arno Dahlmeyer, terzo classificato Trofeo Pirelli Am Europe: “In realtà non mi aspettavo nessun buon risultato oggi e, per questo, sono davvero molto felice per podio. Mi sarebbe piaciuto partire da una posizione più avanzata ma le qualifiche non sono state perfette. Ho gareggiato con la testa, mi sono concentrato e ho puntato semplicemente a concludere la gara, senza commettere errori per non accumulare penalità. Questa strategia ha dato i suoi risultati, facendomi salire sul terzo gradino del podio. Ora penserò a domani”.

    Roman Ziemian, vincitore Coppa Shell Europe: “Sono davvero felice e davvero orgoglioso della mia prestazione, ho mantenuto un ritmo elevato per tutto il tempo. E poi vincere qui a Imola, su un tracciato leggendario in un grande paese come l’Italia. E la mia seconda gara su questo tracciato, la prima risale a tre anni fa quando chiusi all’ultimo posto: oggi, tre anni dopo, sono primo, quindi per me oggi è davvero un giorno speciale e sono davvero molto felice”.

    Franz Engstler, secondo classificato Coppa Shell Europe: “E’ stata una gara piuttosto difficile per me. Alla partenza Roman Ziemian ha spinto davvero fortissimo mentre io ho non ho reagito immediatamente e ho iniziato a spingere solo alle fine del primo giro! In quella fase anche Axel Sartingen è riuscito a sorpassarmi. Poi, sempre Axel ha accusato alcuni problemi e io sono riuscito a riportarmi in seconda posizione: ho provato a raggiungere Roman ma ormai era troppo lontano. Comunque, il secondo posto per me va benissimo”.

    Axel Sartingen, terzo posto Coppa Shell Europe: “Sono partito bene poi però al decimo giro la vettura ha iniziato ad avere problemi, ho realizzato di avere qualche noia alle sospensioni e così ho deciso di rallentare, soprattutto in curva, per non rischiare troppo. Ovviamente, avendo rallentato ho lasciato campo aperto a Franz Engstler che mi ha potuto sorpassare facilmente: fortunatamente, tra noi primi tre e il resto del gruppo si era venuto a creare un gap molto ampio e così ho potuto concludere in terza posizione. Peccato: speriamo nella gara di domani”.

    Peter Christensen vincitore Coppa Shell Am Europe: “Ho fatto una buona gara, forse spingevo troppo ogni volta che dovevo affrontare la prima curva però a parte questa piccola sbavatura ho guidato in maniera pulita. Si tratta di un tracciato dove è molto difficile sorpassare quindi è importante qualificarsi bene”.

    Alexander Nussbaumer, secondo classificato Coppa Shell Am Europe: “E’ stata una gara condotta in totale sicurezza. Non riuscivo a raggiungere Martinus Richter perché avevamo la stessa velocità che rendeva completamente senza senso provare a fare manovre azzardate per superarlo; quindi, ho fatto del mio meglio per mantenere la posizione. Mi complimento con lui per la vittoria e mi ritengo soddisfatto per il mio secondo posto. La vettura è in perfette condizioni ed ora sono pronto per affrontare anche la corsa di domani”.

    Herdt-Wipper terzo classificato Coppa Shell Am Europe: “All’inizio mi sono un po’ preoccupato, si preannunciava essere una corsa impegnativa perché erano tutti estremamente veloci. Sono quindi molto soddisfatto per il mio terzo posto ed ora penserò a domani. É sempre emozionante correre qui a Imola”.

    Manny Franco, vincitore Trofeo Pirelli North America: “Le mie aspettative? Beh, intendo dare il massimo domani in Gara 2 per ottenere un altro podio, se non addirittura un altro primo posto. Per il resto, infatti, se parliamo del campionato solo un miracolo potrebbe permettermi di vincere: chi mi precede in classifica dovrebbe fare zero punti! Per questo desidero solo fare una gara pulita e vincerla”.

    Roberto Perrina, secondo classificato Trofeo Pirelli North America: “Non posso che essere contento di questo secondo posto dopo tutto quello che è accaduto prima della gara: abbiamo avuto problemi alla vettura e ho chiuso le qualifiche in sesta posizione, quindi meglio di così non poteva andare. Inoltre, la mia emozione è doppia perché la mia famiglia ha origini italiane e oggi è qui a sostenermi. Poi per me è la prima volta a Imola e la prima volta alle Finali Mondiali”.

    Joseph Rubbo, terzo classificato Trofeo Pirelli North America: “Sono molto soddisfatto anche perché le qualifiche erano andate piuttosto male, essendomi posizionato al decimo posto in griglia di partenza. Però in gara è stato tutto diverso. Ho iniziato la rincorsa fino a quando dai box, via radio, mi hanno comunicato che avevo raggiunto il terzo posto a due giri dal termine. Ho pensato ‘grazie a Dio’ perché avevo dato tutto me stesso per ribaltare la cattiva prestazione nelle qualifiche. E se penso da quale posizione sono partito non posso che essere soddisfatto, anzi è fantastico”.

    Custodio Toledo, vincitore Trofeo Pirelli Am North America: “Questa è la mia prima stagione e quella di oggi è stata la mia prima vittoria, e credo che non ci potesse essere circuito migliore su cui festeggiare questo importante traguardo: Imola è un tracciato speciale, leggendario, e sono troppo felice di aver ottenuto proprio qui la mia prima vittoria”.

    Dylan Medler, secondo classificato Trofeo Pirelli Am North America: “Sono davvero emozionato: essere qui in Italia, a Imola, guidare una Ferrari... E poi, ovviamente, sono felicissimo di aver conquistato il podio”.

    Dave Musial JR, terzo classificato Trofeo Pirelli Am North America: “Sono davvero contento di essere qui a Imola e anche di come è andata la gara. Sono partito dal quarto posto e ho chiuso terzo: non potrei essere più felice anche perché sono ancora in corsa per il campionato: quindi domani tenterò di essere ancora più competitivo e conquistare il titolo”.

    Michael Petramalo vincitore Coppa Shell North America: “Guidare a Imola è già qualcosa di davvero speciale, se poi riesci a ottenere anche la vittoria è davvero la ciliegina sulla torta! Sono orgoglioso di aver rappresentato in questo modo Ferrari of Seattle, gli sponsor che ci hanno sostenuto, i miei amici e la mia famiglia che sono venuti fin qui oggi a supportarmi. Non avrei mai immaginato di chiudere così in bellezza la stagione”.

    Omar Balkissoon, secondo classificato Coppa Shell North America: “È fantastico correre in questo circuito così storico e magico, tanto che ho dovuto darmi un pizzicotto perché non credevo fosse reale. Oggi mi sono divertito a correre con tutti questi altri piloti così bravi e sono felice del mio risultato”.

    Brian Kaminskey, terzo classificato Coppa Shell North America: “Sono onorato di essere qui in Italia ed essere anche sul podio a Imola è un sogno divenuto realtà”.

    Lisa Clark, vincitrice Coppa Shell Am North America: “Vincere a Imola è grandioso, parliamo di un tracciato leggendario, storico, quindi sono davvero felice per questo risultato così speciale. Sinceramente non mi aspettavo di vincere, come detto ero solo felice di correre a Imola”.

    Rey Acosta terzo classificato Coppa Shell Am North America: “La prima volta che sono venuto qui a Imola è stato un paio di settimane fa per allenami ed è incredibile gareggiare in questi circuito straordinario, così ricco di storia. La vittoria di oggi è fantastica, mi sono impegnato per recuperare nelle curve 5 e 6 ed alla fine ce l’ho fatta”.

    Nobuhiro Imada vincitore Trofeo Pirelli Am Asia Pacif: “Grazie a tutti! È molto bello poter correre insieme ai piloti europei in circuiti difficili come Mugello e Imola. Sono felicissimo di questa vittoria. Per domani, proveremo a migliorare la qualifica e spero di tornare nuovamente sul gradino più alto del podio”.

    Yudai Uchida, secondo classificato Trofeo Pirelli Am: “Sono soddisfatto per aver concluso la gara. L’auto ha funzionato a dovere e sono riuscito a superare le vetture davanti a me arrivando alla fine proprio dietro a Imada. Non sono riuscito a superarlo, ma sono comunque soddisfatto della gara di oggi.

    Kanji Yagura vincitore Coppa Shell Asia Pacif: “Essendo una gara di fine ottobre, con inizio alle 16.00 ci aspettavamo una temperatura differente. Invece è stata una gara calda come estate e diventata molto dura. Fortunatamente ho ottenuto la pole e sono riuscito a vincere. Ce la metterò tutta anche domani”.

    Kazuyuki Yamaguchi, secondo classificato Coppa Shell: “Su questo circuito non è facile da superare. Avrei potuto competere nelle frenate, ma non ho spinto al 100% perché non volevo rischiare incidenti o guasti: ho preferito concludere la gara in sicurezza e domani tornerò ancora più forte”.

    Eric Cheung, terzo classificato Coppa Shell: “Penso che se mi fossi qualificato in una migliore posizione, avrei senza dubbio ottenuto un risultato migliore. Anche se mi sento esausto, sono soddisfatto del mio risultato”.

    Baby Kei vincitore Coppa Shell Am Asia Pacif: “È la prima volta che scendo in pista Imola. Il circuito è molto difficile e richiede molta concentrazione. Altrettanto difficili sono i sorpassi. Sono molto felice di questa vittoria e proverò a divertirmi anche domani”.

    Shigeru Kamiue, secondo classificato Coppa Shell Am: “È stato un grande piacere guidare qui, sul leggendario circuito di Imola. Quando la vettura davanti a me è incappata in quell’incidente ho avuto un piccolo testacoda che ha compromesso la gara: sono un po’ deluso, ma farò del mio meglio domani”.