Logo Content

    Donno ed Engstler trionfano a Imola. Clarke e Musial Jr campioni della serie americana

    Imola 29 ottobre 2022

    Si concludono all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola la serie Europe e quella North America del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli 2022, con gli occhi già rivolti alla giornata di domani e all’atteso appuntamento con le Finali Mondiali.

    Nel giorno in cui il campionato continentale festeggia la seconda vittoria dell’anno nel Trofeo Pirelli del giovane Eliseo Donno (CDP – Best Lap) e celebra l’ennesimo successo del campione della Coppa Shell, Franz Engstler (Scuderia GT), la serie a stelle e strisce consacra altri due vincitori assoluti: Jeremy Clarke (Ferrari of Beverly Hills) nel Trofeo Pirelli dove Manny Franco (Ferrari Lake Forest) concede il bis, e Dave Musial Jr. (Ferrari Lake Forest) che conclude terzo la prova di oggi vinta da Dylan Medler (The Collection).
    Nella Coppa Shell North America vittoria per Omar Balkissoon (Ferrari Fort Lauderdale) e Tony Davis (Continental Autosports) nella classe Am.

    Trofeo Pirelli Europe. Eliseo Donno (CDP - Best Lap) centra la sua seconda vittoria nella serie europea, regolando Doriane Pin (Scuderia Niki - Iron Lynx) e Thomas Neubauer (Charles Pozzi – Courage).

    Il pilota italiano, partito dalla prima posizione in griglia, ha resistito agli attacchi della campionessa fino all’ingresso della Safety Car, chiamata per rimuovere una vettura finita in un punto pericoloso, che ha congelato la gara fino al traguardo.

    Tra gli Am, vittoria di Marco Pulcini (Al Tayer Motors) che sfrutta l’uscita di scena di Fons Scheltema (Kessel Racing), penalizzato da un drive through per un contatto con un altro pilota, per confermarsi al secondo posto nella graduatoria finale della classe, alle spalle del già proclamato vincitore Ange Barde (SF Côte d'Azur Cannes - IB FAST). Terzo posto finale per Nicolò Rosi (Kessel Racing), vincitore di Gara 1.

    Insieme a Pulcini salgono sul podio dell’ultima corsa della stagione Christian Brunsborg (Formula Racing) e Hanno Laskowski (Riller & Schnauck - ZvO Racing).  

    Coppa Shell Europe. Franz Engstler conclude la sua trionfale marcia stagionale con un nuovo successo, ottenuto dopo una gara condotta con autorità dal primo posto in griglia a quello sotto la bandiera a scacchi e con il giro veloce di 1’45”728.

    Alle spalle del campione tedesco, finiscono nell’ordine Ernst Kirchmayr (Baron Motorsport) e Axel Sartingen (Lueg Sportivo – Herter Racing) che, difendendo la posizione dagli assalti di Claudio Schiavoni (Scuderia Niki – Iron Lynx) consolida il suo secondo posto finale in campionato.

    Nella classe Am, gara in solitario per Peter Christensen (Formula Racing) ed Alexander Nussbaumer (Gohm Motorsport – Herter Racing) che distaccano il resto del gruppo concludendo in quest’ordine l’ultima prova del campionato.

    Per Nussbaumer, che al Mugello ha conquistato matematicamente la corona della serie, la soddisfazione del giro più veloce in gara con il tempo di 1’46”411. A completare il podio è Martinus Richter (MERTEL Motorsport Racing).  


    North America. Anche la prova di oggi ha visto il saluto in griglia di partenza dell’attore britannico Nicholas Hoult, una lunga carriera da protagonista in film di azione, che ha potuto assistere da vicino alla serrata sfida per il titolo del Trofeo Pirelli e della classe Am.

    Dopo ventitreminuti di adrenalina, sorpassi e contatti e gli ultimi sette minuti trascorsi in regime di Safety Car, a causa della fermata di una vettura a bordo pista, Jeremy Clarke, oggi quarto, si laurea campione della serie americana, con soli quattro punti di vantaggio su Jason McCarthy (Wide World Ferrari), a cui non riesce la rimonta decisiva.

    Il neocampione deve ringraziare anche Manny Franco, che grazie al secondo percorso netto del fine settimana, con pole position, giro veloce e vittoria, toglie punti preziosi a tutti i più diretti contendenti in classifica. Sul terzo gradino del podio odierno sale Matt Kurzejewski (Ferrari Westlake).

    Nella classe Am, anche Dave Musial Jr. difende la leadership in graduatoria con il terzo posto di oggi che gli consegna il titolo. Il successo in Gara 2 va al poleman di giornata Dylan Medler (The Collection), in testa per tutta la prova, mentre secondo si classifica Aaron Weiss (Ferrari of Central New Jersey). 

    I giochi già fatti per il titolo, lasciano via libera nella Coppa Shell a Omar Balkissoon, primo davanti a Michael Petramalo (Ferrari of Seattle) e Yahn Bernier (Ferrari of Seattle). Nella classe Am, successo per il campione della stagione Tony Davis che precede sul traguardo Richard Pineda (Ferrari of Washington) e Dan Cornish (Ferrari of Austin). 

    Asia Pacific. Nella seconda prova del quarto round della serie Asia Pacific, nel Trofeo Pirelli Am Yudai Uchida (Rosso Scuderia) si prende la rivincita nei confronti del compagno di squadra Nobuhiro Imada, primo nella prova di venerdì.

    Nella Coppa Shell Kazuyuki Yamaguchi (Cornes Osaka), dopo essere scattato quarto, completa la rimonta e si prende la vittoria di fronte a Eric Cheung (Blackbird Concessionaires) e a Motohiko Isozaki (Cornes Shiba). Tra gli Am successo per Shigeru Kamiue (European Version).


    Finali Mondiali Ferrari. Domani spazio alle attese Finali Mondiali Ferrari. Si parte alle ore 9.00 con la prova riservata alla Coppa Shell Am, quindi alle 10.10 Coppa Shell e alle 11.20 Trofeo Pirelli insieme agli Am.

    Alle 13.00 il Ferrari Show con, tra le altre attività, la presenza della nuova Ferrari LMH, con cui la Casa di Maranello tornerà dal 2023 a correre nella classe regina del FIA World Endurance Championship.

    Di fronte al pubblico di Imola anche la nuova 296 GT3, pronta ad affrontare le principali gare, sprint ed endurance in tutto il mondo.