Logo Content

    Vittoria al debutto per Rinaldi Racing nell’ELMS

    Le Castellet 17 aprile 2022

    Esordio vincente per Rinaldi Racing nella European Le Mans Series, in una gara che ha vissuto un finale inatteso che ha consegnato a Pierre Ehret, Nicolas Varrone e Memo Gidley il gradino più alto del podio nel round di apertura dell’European Le Mans Series.

    Prima ora. Dopo avere ottenuto con Memo Gidley la pole position al debutto nella serie, la 488 GTE di Rinaldi Racing difendeva, con Pierre Ehret, la prima posizione per le prime tornate, lasciando poi la leadership della corsa a Sarah Bovy che scattava dalla seconda fila. La prima ora di gara veniva intervallata per oltre 27 minuti complessivi da tre ingressi della Safety Car, proponendo la rimonta di JMW Motorsport con Giacomo Petronelli dalla settima alla terza posizione che, alle sue spalle, controllava le Ferrari di Kessel Racing, Rinaldi Racing e Iron Lynx.

    Seconda ora. Dopo le soste per il rifornimento e cambio pilota, la prima Full Course Yellow veniva dichiarata per rimuovere detriti in pista che procuravano una foratura alla 488 GTE di Spirit of Race guidata da Duncan Cameron. In pista, Gidley riportava al comando Rinaldi Racing davanti a Sarah Bovy, mentre dalla sesta all’ottava piazza si installava Kessel Racing, davanti a JMW Motorsport e alla seconda vettura di Iron Lynx.

    Terza ora. Dopo le interruzioni dei primi 120 minuti di gara, la terza ora si svolgeva senza intoppi e si caratterizzava per l’attacco, da parte di Matteo Cressoni, alla leadership di Varrone, al volante della Ferrari di Rinaldi Racing. L’italiano si portava al comando, mentre l’argentino gestiva il margine di vantaggio dalla Porsche in terza posizione.

    Quarta ora. A 60 giri di lancette dalla bandiera a scacchi, il team campione in carica – Iron Lynx – gestiva autorevolmente la corsa con Davide Rigon davanti a Nicolas Varrone e alla Porsche di Zacharie Robichon, impegnato a respingere gli assalti di Michelle Gatting, con la 488 GTE di Iron Lynx, a sua volta incalzata dalla Porsche di Gianmaria Bruni che, a poco meno di 30 minuti dal termine, riusciva a superare la tenace danese. Il colpo di scena a 12 minuti dal termine, quando Davide Rigon, che in quel momento aveva 12 secondi di vantaggio su Varrone, si fermava ai box per cedere il volante a Matteo Cressoni per completare il periodo di guida minimo previsto. La Ferrari di Rinaldi Racing, a quel punto, si trovava in testa alla corsa con la Porsche di Bruni negli scarichi, che tentava il tutto per tutto negli ultimi due giri. Il pilota della 488 GTE riusciva a transitare sotto il traguardo con 120 millesimi di vantaggio sull’italiano, consegnando a Rinaldi Racing la vittoria al suo debutto nella serie. Quarto posto per le Iron Dames, a 14 secondi dai vincitori, mentre la quinta piazza è andata a Kessel Racing che, nel finale, ha avuto la meglio sull’Aston Martin di Oman Racing. Settima posizione per la Ferrari di Iron Lynx, mentre chiudono i primi dieci Spirit of Race e JMW Motorsport, seguiti dalla seconda unità di Rinaldi Racing.