Logo Content

    Il gioco di squadra perfetto

    Le Castellet 23 luglio 2022

    Charles Leclerc scatterà dalla pole position nel Gran Premio di Francia che prenderà il via domani alle 15 CET al Circuit Paul Ricard di Le Castellet. Per ottenere questo risultato la Scuderia Ferrari ha fatto ricorso a tutto il proprio potenziale, incluso il prezioso contributo di Carlos Sainz che, dovendo prendere penalità dopo aver introdotto la quarta power unit della stagione, si è messo a disposizione del compagno di squadra nella fase decisiva dandogli la scia per aiutarlo a massimizzare il risultato. Per la squadra di Maranello si tratta della pole position numero 238 in Formula 1  – l’ottava della stagione – mentre Charles è alla sedicesima, la settima del 2022 (che gli permette di eguagliare il suo record personale stabilito nel 2019).

    Q3. Le due F1-75 sono arrivate comodamente alla fase decisiva della qualifica e in quel momento è stato messo in atto il gioco di squadra. In entrambi i tentativi Charles ha potuto contare sulla scia che Carlos gli ha offerto sul rettilineo principale – prima della chicane ma soprattutto dopo – e nel curvone di Signes ottenendo prima 1’31”209 e poi lo strabiliante 1’30”872 che è risultato imbattibile per tutti, nonché l’unico tempo sotto la barriera dell’1’31”. Carlos rimanendo in pista fino al Q3 ha anche guadagnato una posizione sulla griglia di partenza riuscendo a sopravanzare Kevin Magnussen che, a propria volta, deve scontare penalità: scatterà 19°, dalla parte più pulita del tracciato.

    Gara durissima. Domani Leclerc sarà chiamato a concretizzare in corsa il risultato della qualifica, mentre Carlos avrà davanti una corsa tutta in rimonta. Per riuscire in questi due obiettivi la gestione delle gomme sarà fondamentale, così come per il monegasco sarà importante riuscire a tenere i rivali fuori dalla distanza che permette di attivare il DRS nei primi giri di corsa. Sarà proprio questo l’aspetto sul quale la squadra si concentrerà nel preparare il Gran Premio di Francia. Da percorrere ci sono 53 giri pari a 309,69 km.

    Charles Leclerc #16

    Fino a questo pomeriggio il mio weekend era stato abbastanza complicato: ho faticato con il bilanciamento e sapevo che in queste condizioni di caldo estremo ogni piccolo errore si paga perché le gomme si surriscaldano facilmente.

    Oggi però ho sentito che riuscivamo a progredire giro dopo giro fino all’ultimo tentativo in Q3 in cui Carlos mi ha dato una bella scia che mi ha permesso di avere un margine maggiore nell’assicurarmi la pole position. È stata una qualifica molto buona figlia di un grande lavoro di squadra.

    I nostri rivali sono estremamente forti qui e sembra che abbiano un vantaggio in termini di passo gara, però sono fiducioso che possiamo invertire la tendenza e riuscire a tenere la prima posizione domani.

    Carlos Sainz #55

    Sapendo che in vista di domani avrei preso penalità, oggi ci siamo concentrati sull’aiutare la squadra a massimizzare il risultato e direi che abbiamo messo in atto un’ottima qualifica. L’obiettivo era superare Q1 e Q2 con un solo tentativo e poi in Q3 dare la scia a Charles, cosa che ci è riuscita nel migliore dei modi.

    Sono felice di questo e anche per come sono stato veloce e a mio agio in macchina per l’intero weekend. In Q2 ho provato a spingere un po’ di più per cercare il limite e il tempo che ho ottenuto è stato molto competitivo. Ovviamente avrei preferito una qualifica normale ma in questi casi è sempre meglio concentrarsi sugli aspetti positivi e direi che stiamo andando nella giusta direzione.

    Sappiamo che domani la gara sarà tutt’altro che facile ma non vedo l’ora di prendere il via. Dovremo gestire le gomme pur cercando di rimontare posizioni: un esercizio non facile, ma per il quale mi sento pronto.

    Laurent Mekies Racing Director

    Questa pole ha un sapore speciale perché è il risultato di un lavoro di squadra eseguito alla perfezione. Complimenti a Charles che è stato autore di una grande progressione per tutto il weekend confermandosi ancora una volta ancora fantastico sul giro secco, e un grande bravo va anche a Carlos che ha avuto costantemente un gran passo e dopo il cambio della power unit si è messo a disposizione del compagno dandogli la scia in entrambi i tentativi in Q3 e contribuendo a portare a casa il risultato.

    Ora ci aspetta la verifica più difficile: il Gran Premio su una pista che negli anni passati è stata particolarmente complicata per noi. Dopo la gara disputata qui nella scorsa stagione, a Maranello come in pista, abbiamo lavorato specificamente sui limiti che avevamo su questo tipo di tracciati e vogliamo verificare sul campo i progressi che abbiamo fatto e quanto ancora dobbiamo lavorare per migliorare.

    Analizzeremo tutti i dati per preparare i 53 giri di domani nei minimi dettagli in modo da poterci confermare con Charles nonostante i nostri rivali nelle prove abbiano mostrato un passo eccellente. Saremo due contro uno e anche per questo sarà basilare eccellere sotto ogni aspetto. Ovviamente ci aspettiamo anche una bella rimonta da Carlos che contribuisca a portare a casa molti punti per le classifiche di entrambi i campionati