Logo Content

    Il Ferrari Challenge North America è pronto per l'atto finale

    Maranello 25 ottobre 2022

    La stagione del Ferrari Challenge North America avrà il proprio epilogo con una partecipazione da record alle Finali Mondiali di Imola, quando si decideranno i titoli del Trofeo Pirelli, mentre i vincitori delle classi della Coppa Shell sono stati già incoronati nel precedente round di Sonoma. 

    Trofeo Pirelli. L’adrenalina non mancherà nelle gare del Trofeo Pirelli, dove Jeremy Clarke (Ferrari of Beverly Hills) è in testa alla classifica, con un vantaggio di soli otto punti su Jason McCarthy (Wide World Ferrari). A Imola, però sono ben quattro i piloti ancora in corsa per il titolo, incluso Manny Franco (Ferrari of Lake Forest), uno dei contendenti in maggior evidenza. Dopo aver saltato alcuni round, Franco, che aveva dominato l’inizio di stagione, è tornato alla vittoria a Sonoma, e insegue con uno svantaggio di 27 punti su Clarke, una distanza notevole ma non impossibile da colmare considerando i 34 in palio. 

    A testimonianza di quanto il campionato sia stato combattuto, sinora sette piloti hanno ottenuto almeno una vittoria, con nessuno di questi che ha inanellato più di tre successi. Il percorso di McCarthy ben rappresenta questa variabilità, considerato che il pilota ha festeggiato tre vittorie, di cui due a Indianapolis, mentre in altre sette occasioni non è riuscito a salire sul podio. 

    In classe Am, Dave Musial Jr (Ferrari of Lake Forest) guida la categoria con soli tre punti di vantaggio su Alfred Caiola (Ferrari of Long Island) e altri tre su Todd Coleman (Ferrari of Denver), mentre Aaron Weiss (Continental Autosport) è in agguato a sei punti.  Tutti e quattro sono saliti sul gradino più alto del podio, ma a Sonoma hanno avuto alterne fortune e nessuno ha avuto la meglio in vista dell'ultimo weekend.

    Coppa Shell. Inizialmente si era profilata una sfida a due tra Brian Kaminskey (Ferrari of Long Island) e Michael Petramalo (Ferrari of Seattle), ma poi durante la stagione è stato il pilota del Pacifico nord-occidentale ad avere la meglio, in particolare dopo il weekend a fianco della Scuderia a Montreal. Nella prima parte Petramalo e Kaminskey hanno conquistato cinque podi in sei occasioni, ma Kaminskey ha avuto una marcia in più con tre vittorie contro le zero del suo avversario.  Da lì in poi, però, le cose sono cambiate e il portacolori di Ferrari of Seattle ha inanellato quattro vittorie, di cui due sull'insidioso Circuit Gilles Villeneuve, mentre Kaminskey ha rallentato il proprio passo, in particolare durante il round sul circuito di Sonoma, aprendo così a Petramalo la possibilità di conquistare il titolo con un round in anticipo.

    In Coppa Shell AM, Tony Davis (Continental Autosports) ha goduto di un eccellente periodo di forma in una categoria che ha visto cinque vincitori diversi nelle dodici gare disputate finora. Il ruolino di marcia di Davis include quattro successi; solo in due occasioni il pilota non è salito sul podio. L’avversaria che più lo ha infastidito è stata Lisa Clark (Ferrari of Beverly Hills) che ha stabilito il suo miglior risultato di sempre nelle partecipazioni nel Ferrari Challenge, con il secondo posto di classe e un vantaggio di 27 punti sul concorrente più vicino. Per la Clark anche la Ladies Cup, vinta agevolmente.

    25 ottobre, 2022