Logo Content

    Ferrari Challenge Europe al via a Portimão

    Maranello 30 marzo 2022

    La trentesima stagione del Ferrari Challenge Europe Trofeo Pirelli prenderà il via questo fine settimana sul circuito di Portimão, in Portogallo, dove sono attese quarantasei 488 Challenge Evo per dare vita alla prima sfida dell’anno del monomarca del Cavallino Rampante nel vecchio continente.

    A caccia di titoli. Archiviato il successo di Michelle Gatting (Iron Lynx), prima donna ad aggiudicarsi il titolo di campione del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, cresce l’attesa per individuare chi iscriverà il proprio nome nell’albo d’oro. Aspettative alte per Doriane Pin (Scuderia Niki – Iron Lynx) che ha raccolto il testimone dalla campionessa danese, e per il giovane finlandese Luka Nurmi (Formula Racing), campione del mondo in carica del Trofeo Pirelli e già capace, lo scorso anno, di battere diversi record di precocità. Il belga John Wartique (FML – D2P) proverà invece a dare continuità alle prestazioni dello scorso anno che lo hanno portato in più occasioni sul gradino più alto del podio. Nel Trofeo Pirelli Am, il campione del mondo Christian Brunsborg (Formula Racing) parte con i favori del pronostico ma dovrà fare i conti con i temibili Ange Barde (SF Côte d'Azur Cannes - IB FAST) e Omar Jackson (Kessel Racing). Nella Coppa Shell, assente il campione in carica Ernst Kirchmayr, il suo rivale del 2021, l’esperto americano James Weiland (Rossocorsa), è il favorito d’obbligo sebbene il tedesco Ernst-Albert Berg (Penske Sportwagen Hamburg), il belga Axel Sartingen (Lueg Sportivo), il polacco Roman Ziemian (FML – D2P) e il campione della Coppa Shell Am, il monegasco Willem Van der Vorm (Scuderia Monte-Carlo) daranno battaglia. Gradito ritorno nella serie per la famiglia Gostner (CDP) con Corinna, Manuela e Thomas impegnati nella Coppa Shell, mentre David si cimenterà nel Trofeo Pirelli Am. Nella Coppa Shell Am, storicamente teatro di duelli emozionanti tra i gentlemen driver impegnati al volante delle 488 Challenge Evo, il campione del mondo Peter Christensen (Formula Racing) cercherà di confermare la sua supremazia dagli attacchi degli italiani Paolo Scudieri (Sa.Mo.Car) e Giuseppe Ramelli (Rossocorsa - Pellin Racing) e dagli svedesi Tommy Lindroth (Baron Motorsport) e Joakim Olander (Scuderia Autoropa).

    Volti nuovi. Come di consueto, gli iscritti alla serie saranno divisi in quattro classi, in funzione dell’esperienza e del livello di competitività: Trofeo Pirelli e Trofeo Pirelli Am, Coppa Shell e Coppa Shell Am. Saranno sei i piloti che si cimenteranno per la prima volta nel campionato europeo, con quattro al debutto assoluto nel monomarca. Lo spagnolo Andujar Pulido (Formula Racing), sarà al via nel Trofeo Pirelli Am, il tedesco Franz Engstler (Scuderia GT) e l’austriaco Andreas König (Scuderia GT) si sfideranno nella Coppa Shell, mentre l’inglese Mark Bailey (Scuderia Monte-Carlo) nella Coppa Shell Am. Alla prima nel Ferrari Challenge Europe, invece, il messicano Luis Perusquia (Rossocorsa) e Andrew Gilbert (Kessel Racing), in precedenza impegnati nella serie North America e Asia Pacific.

    30 anni. Per celebrare il trentennale del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli sarà esposta una 348 Challenge che fu la prima ad essere impiegata nella serie. La particolarità della vettura è il kit di trasformazione che, una volta smontato, permette di riportare la vettura alla configurazione stradale. Il motore V8 della 348 Challenge produceva 320 cavalli di potenza, una ventina in più della vettura stradale, e anche i freni risultavano potenziati.

    Orari. Il programma dell’evento prevede le prove libere nella giornata di venerdì, mentre sabato e domenica dalle 9:00 alle 10:15 si svolgeranno le qualifiche del Trofeo Pirelli e della Coppa Shell. La gara del Trofeo Pirelli scatterà alle ore 13:20 mentre quella della Coppa Shell alle 15:50. In entrambi i casi, sono previsti 30 minuti tra lo spegnimento dei semafori e la bandiera a scacchi. Le qualifiche e le gare saranno trasmesse in diretta e gratuitamente con commento in lingua inglese sul canale Youtube di Ferrari, mentre in Italia le gare saranno trasmesse dalla piattaforma Sky.