Logo Content

    Quattro ragazze per un sogno: al via a Maranello la terza edizione di FIA Girls on Track  Rising Stars

    Maranello 08 novembre 2022

    Prende il via oggi a Maranello la fase decisiva del programma FIA Girls on Track – Rising Stars. L’iniziativa voluta dalla FIA Women in Motorsport Commission – in collaborazione con la Ferrari Driver Academy (FDA) e la Iron Dames di Deborah Mayer – che ha come obiettivo promuovere l’automobilismo femminile e supportare le ragazze di maggior talento di età compresa fra i 12 e i 16 anni nel loro percorso verso una carriera da pilota professionista, è ormai giunta alla terza edizione. Nei prossimi quattro giorni altrettante giovani pilote saranno impegnate in un intenso programma messo a punto degli esperti di FDA. Per ciascuna delle ragazze l’obiettivo è uno solo: dare il meglio e convincere i tecnici di Maranello aggiudicandosi così il programma e la possibilità di entrare a far parte della Academy di Maranello. Le vincitrici delle prime due edizioni sono state Maya Weug e Laura Camps Torras.

    Selezionate a Le Castellet. Le quattro ragazze sono state selezionate a Le Castellet nello scorso mese di agosto da un gruppo di esperti internazionali supervisionati dalla FIA Women in Motorsport Commission, presieduta da Deborah Mayer, e rappresentano quanto di meglio offra il panorama mondiale. Le giovani hanno superato diverse fasi di selezione che le hanno viste affrontare test fisici e misurarsi alla guida in pista sia in kart che sulle vetture di Formula 4 della scuola Winfield del Circuit Paul Ricard. 

    Le quattro finaliste. A giocarsi la possibilità di vincere il programma, e di conseguenza la chance di poter accedere alla Academy saranno, in ordine alfabetico l’australiana Alice Buckley, le britanniche Chloe Chong e Chloe Grant e la belga Aurelia Nobels. 

    Teoria e pratica. Come sempre accade in tutti i camp di valutazione allestiti dalla Ferrari Driver Academy, le ragazze saranno ospitate a Maranello, dove saranno protagoniste di una full immersion nel mondo della Ferrari, nei suoi valori e nella sua storia. Nella Academy affronteranno poi lezioni di teoria, test fisici, prove attitudinali, attività di comunicazione e anche alcune sessioni di guida al simulatore. Nelle ultime due giornate il gruppo si sposterà a Fiorano per i test in pista al volante di una vettura di Formula 4 dotata di gomme Pirelli identiche in tutto e per tutto a quelle impiegate nel campionato italiano.

    L’analisi prima della scelta. Il camp in Ferrari si concluderà venerdì pomeriggio: le ragazze a quel punto lasceranno Maranello e nel quartier generale dell’Academy inizierà l’analisi della gran mole di dati raccolti su tutte le partecipanti. Fra qualche settimana il quadro sarà completo e si saprà chi ha vinto l’edizione 2022 di Girls on Track – Rising Star e avrà la possibilità di entrare nella Academy di Maranello.

     

    Deborah Mayer, Presidente della FIA Women in Motorsport Commission

    Sono lieta ed elettrizzata di vedere le nostre quattro finaliste iniziare questa sfida per una opportunità che capita una volta vita, entrare nella Ferrari Driver Academy. Voglio fare il mio in bocca al lupo a ciascuna di loro e le invito a dare tutto per cercare di avverare il proprio sogno. In partnership con l'Academy di Maranello, e in collaborazione con Iron Dames e Pirelli, la FIA Women in Motorsport Commission è riuscita a strutturare un programma completo che supporta le giovani ragazze nel loro percorso verso una carriera da professionista nel mondo del motorsport. FIA Girls on Track – Rising Stars rimane un pilastro nella nostra strategia per aiutare le ragazze che si appassionano al nostro mondo e continuare a portare diversità nell’ambiente del motorsport.

     

    Marco Matassa, Head of Ferrari Driver Academy

    Per il terzo anno consecutivo, siamo molto lieti di aprire le porte di Maranello e Fiorano per l’appuntamento decisivo del programma FIA Girls on Track – Rising Stars, che ci vede protagonisti come partner principale della Federazione Internazionale dell’Automobile, insieme ad Iron Dames e Pirelli, per individuare i migliori talenti femminili in erba e offrire loro l’opportunità di maturare nella nostra Academy e prepararsi per un mondo incredibilmente competitivo come quello del motorsport. Come è noto, per Ferrari il lavoro sui giovani piloti è una priorità, non soltanto per cercare e far crescere i talenti che, un giorno, possano correre per la Scuderia in Formula 1, ma anche perché è forte in noi la volontà di contribuire a rendere il motorsport più accessibile e plurale, a prescindere dal genere o dalle risorse disponibili. Al pari del nostro World Scouting Programme, FIA Girls on Track – Rising Stars è uno dei capisaldi della strategia che abbiamo pianificato. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con Alice, Aurelia e le due Chloe per aiutarle a dare il meglio di sé, metterle in condizione di imparare il più possibile ma soprattutto fare in modo che si divertano al massimo e si godano queste giornate insieme.