Logo Content

    Coleman concede il bis. Kirchmayr e Cervini campioni

    Mugello 20 novembre 2021

    Ernst Kirchmayr (Baron Motorsport) è il campione della Coppa Shell Europe 2021: dopo una sfida serrata durata tutto l’anno con James Weiland (Rossocorsa), il verdetto arriva al Mugello nell’ultima gara del campionato, nella quale Todd Coleman (Ferrari of Denver) fa registrare la seconda vittoria del week-end.

    Due successi in due giorni sul circuito toscano laureano campione della Coppa Shell Am North America John Cervini (Ferrari of Ontario), grazie a un finale di stagione in grande crescendo, con 8 vittorie e sempre sul podio nelle ultime dieci gare del campionato.

    Appuntamento a domani, con la finale mondiale.

    Europe. E’ il giorno che assegna il titolo e splende il sole sulla griglia di partenza di Gara 2 dopo che la nebbia della mattina ha impedito la disputa delle prove di qualifica. Si riparte, quindi, con le posizioni di arrivo di Gara 1 e un arrembante Fons Scheltema (Kessel Racing) riesce a passare Ernst Kirchmayr nelle prime curve e a prendere la vetta della classe. Alla ripartenza, dopo un primo ingresso della Safety Car a causa di un contatto nelle retrovie, il colpo di scena che decide il campionato: nel tentativo di superare Herdt-Wipper (Saggio München), Giuseppe Ramelli (Rossocorsa – Pellin Racing) finisce in testa coda e nella carambola della vettura entra a contatto con James Weiland. Il pilota americano è costretto ad abbandonare la gara e la corsa al titolo.

    Ernst Kirchmayr non si accontenta e, libero da pensieri di classifica, prova ad ottenere anche la vittoria di giornata, mettendosi all’inseguimento di Scheltema. Nel pieno del duello, però, il contatto alle loro spalle tra Benoit Bergeron (Ferrari Quebec), Laurent De Meeus (HR Owen – FF Corse) e Maurizio Pitorri (CDP - Best Lap) costringe prima all’esposizione della bandiera rossa e successivamente allo stop anticipato della gara, cristallizzando le posizioni. Vittoria, quindi, a Fons Scheltema, seguìto dal campione 2021, Ernst Kirchmayr e, sul terzo gradino del podio di classe, da Herdt-Wipper.

    La vittoria della classe Am va ad Alexander Nussbaumer (Gohm Motorsport), che riesce subito a conquistare la testa della corsa durante il primo giro ai danni di Giuseppe Ramelli. Il pilota italiano, vincitore di ieri, deve poi abbandonare la gara a seguito del contatto con Herdt-Wipper, prima, e Weiland dopo, lasciando il via libera per la seconda posizione in classifica generale a Joakim Olander (Scuderia Autoropa), quinto oggi al traguardo. Ad accompagnare Nussbaumer sul podio, il vincitore del campionato 2021, Willem Van der Vorm (Scuderia Monte-Carlo) e Laurent De Meeus.

    North America. Seconda vittoria del fine settimana per Todd Coleman che, dopo la pole e il successo di ieri, mantiene il primo posto per tutta Gara 2, passando per primo sotto il traguardo e consolidando la seconda posizione in classifica generale. Alle sue spalle, secondo posto per Benoit Bergeron e, terzo, per Manny Franco (Ferrari Lake Forest).

    Nella Am, festeggia il titolo con una doppietta John Cervini: dando continuità a una strepitosa seconda parte di stagione, il pilota canadese vince la resistenza dei suoi più diretti avversari. Cervini si rende protagonista sul circuito del Mugello di una prova condotta ancora una volta con molta attenzione e determinazione, precedendo con distacco Lance Cawley (Ferrari of Atlanta) e Brett Jacobson (Ferrari of Houston), che lo accompagnano anche oggi sul podio.

    APAC. L’ultimo round del Ferrari Challenge Europe e North America 2021 è stato anche il primo della serie APAC, con le doppiette di Park (Forza Motor Korea), capace di difendersi bene nella pancia del gruppo, e di Baerwaldt (Blackbird Concessionaries) nella Am.