Logo Content

    Weekend notebook: vittorie in Italia e in Giappone

    Maranello 18 luglio 2022

    Ferrari vincente nella tappa al Mugello del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance, grazie a Bontempelli, La Mazza, Demarchi del team SR&R che tagliano il traguardo per primi nella GT Cup Am, con altre vetture che riescono a salire sul podio nelle varie classi. Successo anche in Giappone con CarGuy Racing che vince con astuzia Gara 1 a Suzuka nel GT World Challenge Asia.

    Campionato Italiano Gran Turismo. Nel secondo round della serie Endurance del Campionato Italiano Gran Turismo al Mugello, la vittoria arriva dalla Ferrari 488 Challenge Evo di SR&R di Bontempelli, La Mazza, Demarchi che passano per primi sotto la bandiera a scacchi nella GT Cup Am. Nella stessa categoria i compagni di team “Aramis”-Baratto-Pennisi con una 458 Challenge chiudono quarti, mentre la terza vettura della squadra SR&R con Buttarelli-Cossu-Bacci è costretta al ritiro. Finale anticipato anche per la vettura di AF Corse con Cressoni-Pulcini per la rottura del radiatore.

    Sempre tra le auto in configurazione monomarca ma nella classe GTC PA, secondo posto per la Ferrari 488 Challenge Evo di Donno-Risitano-Menichini del team Best Lap. Sull’ultimo gradino del podio salgono Coluccio-Mazzola-Postiglione di Easy Race, che dopo essere partiti dall’ultima fila dello schieramento per un problema al cambio riscontrato nelle qualifiche, riescono a recuperare numerose posizioni durante il primo stint per portarsi in seconda piazza: tutto però viene vanificato da una foratura mentre Coluccio è alla guida. L’accaduto provoca il rientro ai box della vettura numero 323, con relativa perdita di tempo e di terreno. Nella terza parte di gara, però, Mazzola riesce nuovamente a recuperare fino a tagliare il traguardo al terzo posto. Con questo risultato Mazzola e Coluccio restano in testa alla graduatoria di classe.

    Il terzo e penultimo appuntamento del campionato nella serie Endurance, con prova unica di due ore, è in programma il 18 settembre a Vallelunga.

    GT World Challenge Asia. Suzuka ha ospitato il secondo round del GT World Challenge Asia Powered by AWS e ha visto una sorprendente vittoria in Gara 1 per la Ferrari 488 GT3 Evo 2020 di CarGuy Racing con Kei Cozzolino e Takeshi Kimura. I due sono riusciti a raddrizzare la prova dopo che Kimura, partito quarto, era finito in testacoda scivolando al dodicesimo posto. La mossa decisiva arriva negli ultimi 30 minuti, quando il team decide di passare alle gomme slick durante il pitstop obbligatorio, anche se le condizioni della pista in quel momento suggerivano il contrario. E da questa strategia nasce la rimonta della numero 777, che gira dai sei agli otto secondi più veloce degli avversari, riesce ad andare ad occupare la prima posizione e tagliare il traguardo con una splendida vittoria. Quinto posto per la Ferrari di LMcorsa con l’equipaggio composto da Kei Nakanishi e Shigekazu Wakisaka, mentre la terza vettura della Casa di Maranello del team Yogibo Racing non prende parte alla corsa.

    In Gara 2, CarGuy Racing non riesce a ripetersi, anche a causa del Penality Success che impone un tempo di sosta prolungato ai box per effetto della vittoria nella prima prova, e chiude in quinta posizione. La Ferrari di LMcorsa si piazza nona, mentre tredicesimo posto assoluto per Yogibo Racing con al volante Naoki Yokomizo e Kiyoto Fujinami.

    Le vetture della serie tornano di nuovo in pista il prossimo fine settimana, con il terzo round sul circuito Fuji International Speedway.