Logo Content

    Weekend notebook: trionfo in Giappone

    Maranello 26 settembre 2022

    Dal Giappone arrivano le maggiori soddisfazioni del fine settimana: nel GT World Challenge Asia, oltre alla vittoria in gara, si concretizzano i titoli assoluto e Silver, e nelle classi Pro-Am e GT3 della Japan Cup. In Cina il tracciato di Zhuzhou regala la prima gioia Ferrari nel China Endurance Championship. Mentre la serie GT World Challenge America ospitata a Sebring va in archivio con due vittorie e piazzamenti a podio in ogni classe per le 488 GT3 Evo 2020. Nel GT Open a Monza le vetture della Casa di Maranello chiudono nella Top-3, e nel decisivo round di Barcellona potranno giocarsi il titolo piloti in Pro-Am. In Belgio, nella Le Mans Cup, la pioggia condiziona la gara per tutti i piloti. 

    GT World Challenge Asia. Weekend trionfale per le Ferrari sul circuito di Okayama, in Giappone, nell’ottavo round del GT World Challenge Asia powered by Aws. Dopo la doppietta di sabato, con due vetture del Cavallino Rampante ai primi due posti, arriva in Gara 2 un altro titolo. Takeshi Kimura e Kei Cozzolino con la 488 GT3 Evo 2020 del team CarGuy Racing aggiungono la corona nella speciale classifica riservata alle GT3 dopo essersi laureati campioni della Japan Cup, sia nella classe assoluta sia nella Pro-Am. Kimura-Cozzolino la spuntano per soli 3 punti sui rivali Jefri Ibrahim e Nick Foster al termine di una prova vibrante, decisa solo nel finale, che ha visto le due vetture coinvolte in un incidente e con una penalità inflitta agli avversari. Nel medesimo appuntamento festeggia il titolo in classe Silver il pilota Naoki Yokomizo, protagonista con la Ferrari numero 27 del team Yogibo Racing, che termina la stagione con un margine di 32 punti sui secondi classificati. 

    GT World Challenge America. Un fine settimana da incorniciare, grazie a due vittorie e piazzamenti sul podio in ogni classe, è andato in scena sul tracciato di Sebring nel penultimo round del GT World Challenge America powered by Aws. Alessandro Balzan e Manny Franco, al debutto nella serie in classe Pro, sulla Ferrari 488 GT3 Evo 2020 del team Conquest Racing hanno ottenuto un secondo posto assoluto in Gara 2, dopo aver tagliato il traguardo in quarta posizione in Gara 1. In classe Pro-Am la manche di domenica ha visto Justin Wetherill e Ryan Dalziel sulla vettura numero 13 di Triarsi Competizione condurre nei primi 49 minuti, prima del pit-stop, quando Wetherill è salito a bordo chiudendo sul terzo gradino del podio per la classe considerata, e sesti assoluti. Mentre in classe Am si confermano protagonisti Charlie Scardina e Onofrio Triarsi sulla 488 GT3 Evo 2020 numero 23 portata in pista da Triarsi Competizione, già matematicamente campioni, che ottengono due successi, portando a dieci le vittorie consecutive.

    Il prossimo appuntamento andrà in scena l’8 ottobre con la 8 Ore di Indianapolis, quando i piloti riceveranno punti per ogni ora di gara disputata, nell’evento che complessivamente attribuisce un punteggio doppio. La gara scatterà a mezzogiorno, secondo l’orario locale, e terminerà con i fari delle vetture accesi. 

    CEC. Prima vittoria per la Ferrari 488 GT3 Evo 2020 numero 488 del team Harmony Racing nel China Endurance Championship. Dopo il secondo posto assoluto nella prova inaugurale del campionato e il successo nella classe Silver Cup sul tracciato di Ningbo, arriva il trionfo sul circuito internazionale di Zhuzhou. A tagliare il traguardo per primi sono stati Alex Jiatong Liang e Alexandre Imperatori ai quali si è aggiunto in questo round anche il macaense Charles Hon-Chio Leong. Il weekend per i piloti del team Harmony Racing era iniziato nel migliore dei modi, siglando anche la pole position nelle qualifiche.

    GT Open. Monza ha ospitato il penultimo atto del campionato. Nella giornata di sabato, Gara 1 è stata condizionata dalla pioggia, dai tanti incidenti, da quattro periodi di Safety Car e dalla bandiera rossa che ha concluso la prova a pochi minuti dal termine. Alle 488 GT3 Evo 2020 manca la vittoria, ma i due equipaggi del team Kessel Racing, Roman Ziemian in coppia con Axcil Jefferies, Murat Ruhi Cuhadaroglu e David Fumanelli, che ottengono rispettivamente il secondo e il terzo posto nella classe Pro-Am. Posizioni invertite in Gara 2 per le due vetture della Casa di Maranello, con Cuhadaroglu-Fumanelli che passano al comando della speciale classifica di categoria con un solo punto di vantaggio, 54 contro i 53 di Basz-M. Jedlinski. Per Fumanelli la gioia anche di aver siglato il giro più veloce assoluto nelle qualifiche di domenica.

    Piazza d’onore nella classe Am nella corsa di sabato per un’altra Ferrari del team elvetico, quella di Stephen Earle e Erwin Zanotti. Laurent De Meeus, che sul tracciato brianzolo correva insieme a Jamie Stanley sulla vettura di AF Corse, occupa la terza posizione a quota 50 tra le Am.

    Il prossimo 16 ottobre il tracciato di Barcellona ospiterà il round conclusivo della stagione.

    Le Mans Cup. La corsa a Spa-Francorchamps è stata condizionata dalla forte pioggia tanto da costringere gli organizzatori a far partire le auto dietro la Safety Car per restarci per i primi 15 minuti. Safety Car che durante la gara verrà chiamata altre due volte. La Ferrari 488 GT3 Evo 2020 numero 61 con Gino Forgione e Andrea Montermini ha lottato per tutto il tempo per l’ultimo gradino del podio, terminando la prova al quarto posto con un distacco minimo dagli avversari.  L’ultima prova della stagione del campionato Le Mans Cup è in programma il 16 ottobre sul tracciato di Portimão.

    26 settembre, 2022