Logo Content

    AF Corse in lizza per la vittoria a metà 12 Ore di Sebring

    Sebring 20 marzo 2022

    La Ferrari di AF Corse è pienamente in corsa per la vittoria nella classe GTD dopo sei ore della 70esima edizione della 12 Ore di Sebring, mentre in GTD Pro la Ferrari di Risi Competizione che scattava dalla pole tenta una rimonta dopo un problema tecnico.

    A metà gara Simon Mann occupa la sesta posizione con la 488 GT3 Evo 2020 numero 21 portata in gara assieme a Luis Perez Companc e Toni Vilander. La Ferrari partiva dalla quarta fila ma Mann era stato in grado di portarla fino in seconda posizione al termine della prima ora.

    Daniel Serra, partito dalla pole position di classe GTD Pro con la Ferrari che divide con Davide Rigon e Eddie Cheever III, ha condotto la corsa per gran parte della prima ora prima della sosta ai box, avendo la meglio della Lamborghini di Bortolotti con cui ingaggiava uno spettacolare duello.

    Rigon ha difeso la terza posizione durante il suo turno di guida prima di cedere la vettura a Eddie Cheever III che, a due ore e quindici dopo la bandiera verde, è stato costretto a rientrare nei garage per un problema al servosterzo. Dopo una sosta di 14 minuti, Cheever è tornato in pista in nona posizione, staccato di otto giri dal leader. Dopo due turni di Serra e Rigon, a Cheever è toccato il compito di transitare sotto il traguardo allo scoccare della sesta ora. La Ferrari di Risi Competizione è sempre in nona posizione, ma a cinque giri dai primi.

    La 488 GT3 Evo 2020 di Cetilar Racing di Giorgio Sernagiotto, Roberto Lacorte e Antonio Fuoco aveva preso il via della corsa dalla quinta piazzola in griglia. Il terzetto è rimasto nel giro del leader per le prime cinque ore di gara prima di un’uscita di pista alla curva 1, con Sernagiotto al volante. L’italiano è stato in grado di riportare la vettura ai box dove il team è riuscito a sistemarla, permettendole di riprendere la corsa a due giri dai leader.