Logo Content

    In pista a Fiorano con tre piloti

    Maranello 24 gennaio 2022

    La stagione di pista 2022 della Scuderia Ferrari prende il via questa settimana sul circuito di Fiorano. Nessun debutto a sorpresa per la monoposto che affronterà il Campionato del Mondo, bensì un appuntamento che sta diventando una sorta di tradizione. Infatti, se per vedere la 674 (questo il codice di progetto della monoposto di quest’anno) sarà necessario aspettare ancora qualche settimana – per l’esattezza il 17 febbraio – come l’anno scorso la squadra farà riprendere confidenza con l’atmosfera dei Gran Premi a piloti, ingegneri e meccanici con quattro giorni di prove in programma da domani sul tracciato privato della Ferrari. Protagonisti saranno i due titolari, Charles Leclerc e Carlos Sainz, il test driver Robert Shwartzman e la SF21 dello scorso anno.

    Charles e Carlos. Charles sarà in pista mercoledì mentre il giorno dopo sarà la volta di Carlos. Per entrambi il test rappresenterà l’occasione per prendere nuovamente contatto con la squadra, le procedure e la guida di una vettura di Formula 1. L’ultima volta in cui i due piloti si sono seduti nell’abitacolo di una monoposto reale risale al test di Yas Marina, svoltosi la settimana dopo la gara conclusiva della stagione, quando entrambi avevano guidato la macchina ibrida con gomme da 18 pollici in preparazione al 2022.

    Apre e chiude Robert. Ad aprire e chiudere il test sarà il nuovo collaudatore della Scuderia, Robert Shwartzman, vicecampione in carica di Formula 2 che farà così la sua prima uscita nel nuovo ruolo. Il pilota russo, classe 1999, avrà così modo di ricominciare il lavoro iniziato 42 giorni fa sempre ad Abu Dhabi, quando sulla SF21 aveva percorso 73 tornate della pista di Yas Marina.