Logo Content

    Beffati dai millesimi nella centrifuga di Spielberg

    Spielberg 08 luglio 2022

    La qualifica del Gran Premio d’Austria – sulla seconda pista più corta della stagione – ha regalato il solito, grande, spettacolo con i piloti al vertice della classifica divisi da pochissimi millesimi. Per la Scuderia Ferrari è mancato il lieto fine di un soffio: Charles Leclerc nella gara Sprint di domani alle 16.30 – 100 km pari a 24 giri – prenderà il via dalla seconda posizione, ad appena 29 millesimi da Max Verstappen, e al suo fianco avrà il compagno di squadra Carlos Sainz che si è fermato a 82 millesimi dalla pole.

    Q3. La fase che ha definito le prime dieci posizioni dello schieramento è stata particolarmente animata. Nel suo giro lanciato inaugurale Charles ha fatto segnare 1’05”183 dopo aver trovato sulla propria strada Lewis Hamilton e aver perso una manciata di millesimi che gli hanno impedito di battere il tempo di Verstappen (1’05”092). Carlos ha fermato i cronometri a 1’05”300. La sessione è stata poi sospesa per due volte dalle bandiere rosse causate dagli incidenti di Lewis Hamilton e George Russell, ed è ripresa quando al termine mancavano poco più di due minuti e mezzo. A quel punto tutti i piloti sono scesi in pista con gomme Soft nuove ed entrambi i ferraristi si sono migliorati: Charles è sceso a 1’05”013, Carlos a 1’05”066. A prendersi la pole è quindi stato Verstappen in 1’04”984.

    Sprint. Con la griglia di partenza definita oggi prenderà il via la seconda gara Sprint della stagione – dopo quella di Imola, che vide un’identica prima fila – il risultato della quale definirà le posizioni per lo schieramento del Gran Premio in programma domenica alle 15. Alle 12.30 di domani è prevista la seconda sessione di prove libere nella quale si lavorerà sia per la gara più breve che per quella da 71 giri pari a 306,452 km.


    Charles Leclerc #16

    "È stata una qualifica serratissima, ma purtroppo Max ci è stato davanti di un nulla oggi. Non è stato facile rimandare in temperatura le gomme dopo la seconda bandiera rossa, e infatti avevo del sottosterzo e il mio giro non è stato perfetto. È un peccato, ma è solo venerdì ed è domenica che conta veramente.
    Domani sarà importante lavorare sullo stile di guida nella seconda sessione di libere e poi andare all’attacco nella Sprint."


    Carlos Sainz #55

    "La qualifica nel complesso è stata positiva: ci è mancato davvero un soffio! Siamo riusciti a crescere nel corso della sessione e a piazzare un buon giro nel finale. Le prime curve sono state piuttosto impegnative perché durante la seconda bandiera rossa le gomme avevano perso parecchia temperatura.
    Nel finale abbiamo mancato un risultato migliore per meno di un decimo e per questo mi aspetto che sia la gara Sprint di domani che il Gran Premio di domenica saranno molto combattuti. Abbiamo un buon passo, ci prepareremo al meglio per lottare per un altro buon risultato."


    Laurent Mekies, Racing Director

    "Sapevamo che sarebbe stata una qualifica tiratissima con un testa a testa tra noi e i nostri avversari. Abbiamo lavorato molto dopo le prove libere di questa mattina per ottimizzare il nostro pacchetto e siamo risultati competitivi al punto di poterci giocare la pole sul filo dei millesimi. Non siamo riusciti a portare a casa la prima posizione ma quando le differenze sono così piccole può succedere, fa parte del gioco. Proveremo a conquistarla in gara.
    Questo dopotutto è un weekend molto lungo, che propone sostanzialmente una gara da 400 km in due parti. Abbiamo visto che il potenziale c’è e direi che siamo partiti col piede giusto. Ora sia noi qui in pista che i nostri colleghi a Maranello sono attesi da una sfida molto affascinante: il divario con i nostri avversari è minimo per cui quello che serve per invertire il risultato di oggi può essere trovato in ogni dettaglio. Daremo il massimo per mettere i nostri piloti in condizione di estrarre ancora più prestazione dalle loro F1-75."