Logo Content

    F.Regional  Beganovic stringe i denti

    Maranello 17 ottobre 2022

    Al termine di un weekend in salita sul circuito di Barcellona, il pilota della FDA ha concluso al decimo posto Gara-2. Il prossimo fine settimana è in programma l’ultima tappa in calendario al Mugello.

    Il weekend sul circuito di Montmelò, sede del penultimo appuntamento stagionale del campionato europeo di Formula Regional, ha visto Dino Beganovic raccogliere meno del previsto. Il bottino di tappa è stato condizionato da due sessioni di qualifica sfortunate, che hanno costretto il pilota della Ferrari Driver Academy a prendere il via dalla quinta fila dello schieramento. In entrambe le gare Beganovic ha dovuto lottare a centroclassifica, mancando di un soffio la zona punti in Gara-1 e riuscendo a concludere in decima posizione la seconda e ultima corsa del weekend. “Non è stato il fine settimana che speravamo – ha commentato Dino –. Abbiamo pagato a caro prezzo pochi millesimi di secondo che alla fine hanno fatto una grande differenza, a conferma della competitività di questo campionato. Alla fine sono riuscito a guadagnare qualche punto in un weekend non facile, ma in questo rush finale tutto può essere determinante”.

    Situazione. Alla vigilia dell’appuntamento che concluderà il campionato 2022, in programma il prossimo weekend sul circuito del Mugello, Beganovic è ancora saldamente leader nella classifica generale con 255 punti all’attivo, 38 in più del primo degli inseguitori, Gabriele Minì. Lo svedese ha potuto però festeggiare insieme ai compagni il titolo a squadre vinto dal team Prema.

    Gara-1. Trentacinque monoposto si sono schierate al via della prima gara del weekend. Scattato dalla decima piazza della griglia di partenza, Beganovic è stato coinvolto in un primo giro caotico sfilando 13°. In una gara con pochi cambiamenti di posizioni, Dino è stato autore di diversi sorpassi, salendo fino all’undicesimo posto. Nelle fasi conclusive Beganovic è si è portato a ridosso della top-10, obiettivo sfuggito nel giro finale per soli sette decimi di secondo.

    Gara-2. Piazzatosi a soli 54 millesimi di secondo dal miglior tempo, Beganovic si è ritrovato quinto al termine del suo gruppo di qualifica, dovendo così scattare decimo in griglia di partenza. Concluso il primo giro la corsa è stata congelata in regime di Safety Car per tre tornate, consentendo il recupero di una monoposto ferma a bordo pista. Subito dopo il restart Dino è arrivato alla staccata di curva 1 in bagarre con Victor Bernier, venendo sfilato da Lorenzo Fluxa. Dopo un ulteriore congelamento della corsa, la Safety Car è rimasta in pista fino alla bandiera a scacchi, confermando Beganovic in decima posizione.