Logo Content

    F.Regional  Beganovic prova l’allungo

    Maranello 17 giugno 2022

    Questo fine settimana Dino sarà in pista a Zandvoort per il quinto appuntamento stagionale del campionato F.Regional. L’obiettivo è incrementare il bottino nella classifica generale.

    Dino Beganovic sta confermando gara dopo gara il suo buon momento di forma. Il diciottenne pilota svedese della Ferrari Driver Academy ha iniziato con un ottimo passo la stagione 2022, consolidando via via la propria leadership in classifica generale del campionato europeo di Formula Regional giunto alla vigilia della quinta delle dieci tappe in calendario. Un ruolino di marcia molto buono, quello di Beganovic, che finora ha ottenuto tre vittorie e quattro secondi posti, più un secondo posto sub-judice sul quale si esprimerà la Federazione Internazionale nelle prossime settimane.

    Allenamento. “Mi sento bene – ha commentato Dino – dopo il weekend del Paul Ricard abbiamo avuto la possibilità di godere di una piccola pausa che ho trascorso in ritiro con la Academy a Tirrenia, in Italia. Non vedo l'ora di girare a Zandvoort, è un circuito “vecchia scuola”, molto veloce e che non permette errori. Le qualifiche saranno cruciali perché non è semplice sorpassare, ed è molto importante iniziare al meglio il weekend. L’obiettivo è continuare a fare bene e chiudere la prima parte della stagione in modo positivo”.

    Situazione. Dino arriverà a Zandvoort potendo contare su 147 punti (45 in più del primo degli inseguitori) e con l’obiettivo di incrementare il suo bottino. Una sfida che, come detto, inizierà già in qualifica, contesto che ha visto Beganovic ottenere finora tre pole position. “Siamo contenti di quanto Dino è riuscito a fare in questa prima parte di stagione – ha commentato il responsabile della FDA, Marco Matassa – ha ribadito un passo avanti importante nel processo di maturazione riuscendo a gestire bene le varie fasi dei weekend di gara. Lo scorso anno in diverse occasioni gli è mancata la freddezza che serve per mettere insieme il giro secco, mentre in questa prima parte di stagione è cresciuto molto, come dimostrano i risultati che sta ottenendo. Ci attendono però ancora molte prove da superare, a iniziare da quella di Zandvoort, weekend che si preannuncia impegnativa”.

    Programma. L’attività sui 4.259 metri del tracciato olandese inizierà venerdì, con due sessioni di prove libere. Sabato si comincerà con la sessione di qualifica (ore 9 CET) che definirà la griglia di partenza di Gara-1, corsa che scatterà alle 12.40. Il programma sarà replicato domenica, con qualifiche alle 10 e Gara-2 che prenderà il via alle 15.30.