Logo Content

    FDA Esports Team come nella realtà: la Ferrari di Tonizza-De Salvo-Laurito domina la 24 Ore di Spa e prende il largo nella SRO Esports Endurance Cup

    Maranello 09 agosto 2021

    Capita a volte che la realtà superi la fantasia, ma può anche succedere che il virtuale sia tale e quale al reale. È accaduto proprio questo nella 24 Ore di Spa Esports – valida per la Endurance Cup della serie Esports del SRO World Challenge –, che una settimana dopo la gara reale ha visto la Ferrari 488 GT3 Evo 2020 di David Tonizza, Giovanni De Salvo e Amos Laurito dominare proprio come avevano fatto i portacolori di Iron Lynx, Alessandro Pier Guidi, Come Ledogar e Nicklas Nielsen. 

    Qualifiche. La gara è stata dominata, anche se le qualifiche non lasciavano affatto intendere che per FDA Esports Team sarebbe stato così facile. La Ferrari numero 51 si era infatti ritrovata solo tredicesima sulla griglia di partenza, a quasi quattro secondi dalla vettura del team Unicorns of Love autrice della pole position, e appena tre centesimi più avanti della seconda Ferrari in pista, quella della Jean Alesi Esports Academy affidata a Pawlowski, Santoro e D’Alcamo. Le altre due Ferrari scattavano rispettivamente dal 19° posto – la numero 192 del team Kessel Racing by Racing Line con Blotto-Gyetvan-Chiesa-Pryde – e dal 21° – la numero 97 di SideMax Motorworks di Kruezer-Van Der Velde-Caims-Malinowski.

    Partenza. L’avvio della Ferrari numero 51 è stato ottimo: De Salvo ha rapidamente portato la vettura fino al settimo posto prima di cedere il volante a David Tonizza. Il campione del mondo di F1 Esports ha subito superato Gregor Schill con la vettura del BMW Motorsport Sim Racing G2 Esports e per la terza ora di gara è riuscito a rimontare fino alla seconda posizione, alle spalle della vettura di Unicorns of Love. Alla sesta ora, tuttavia, i leader della corsa hanno commesso un errore al pit stop e così la 488 GT3 Evo 2020 di FDA Esports Team si è ritrovata al comando.

    Notte piovosa. Con il calare della notte è progressivamente entrato in gara Amos Laurito, che ha debuttato con il suo primo stint quando la mezzanotte era passata da un’ora e ha poi condotto quello cruciale tra le 3 e 5 del mattino incrementando il proprio vantaggio. Sulla pista belga è però iniziato a piovere e in queste condizioni ad emergere è stata la vettura numero 18 di VRS Coanda Simsport di Rogers-Gkergkis-Ostgaard-Bakkum che si è addirittura trovata brevemente al comando. Quando la pista si è asciugata la Ferrari ha però ripreso facilmente la prima posizione allungando in classifica. Per tutta la mattina, infatti, e nella prima fase del pomeriggio, Tonizza e De Salvo sono riusciti a tenere un ritmo insostenibile per i rivali finendo per doppiare la quasi totalità dei concorrenti. Lo stint conclusivo è stato affidato ad Amos Laurito che ha superato i 600 giri di gara ed è transitato per primo sotto alla bandiera a scacchi precedendo la vettura numero 191 di Racing Line Motorsport di Siclari-Schinz-Ratz-Batfouller e la numero 18 di VRS Coanda Simsport, uniche due vetture a pieni giri della classifica. Nessuna altra Ferrari ha centrato la zona punti, anche se quella della Jean Alesi Esports Academy è giunta appena fuori, in undicesima posizione.

    Classifica. Con questo straordinario risultato, l’equipaggio numero 51 ha allungato in classifica – quando mancano al termine del campionato solamente due prove – dove guida ora con 19 punti di vantaggio sul team 18 di VRS Coanda Simsport e con 37 sull’equipaggio numero 191 di Racing Line. Prossimo appuntamento l’11 settembre al Nürburgring.