Logo Content

    McCarthy e Petramalo festeggiano a Indianapolis

    Indianapolis 17 luglio 2022

    Dopo un sabato incredibilmente caldo e assolato, per i piloti del Ferrari Challenge la situazione è cambiata drasticamente domenica, quando la pioggia e le temperature più fresche hanno fatto da cornice a una fantastica conclusione del quinto round della stagione disputato a Indianapolis.  Le condizioni meteo hanno infatti reso molto difficile la giornata, costringendo i piloti a fare appello a tutte le proprie risorse quando una forte pioggia improvvisa ha costretto gli organizzatori ad annullare le qualifiche della Coppa Shell, mentre la sessione del Trofeo Pirelli è stata interrotta da incidenti che hanno portato a una conclusione anticipata.  Nonostante tutto, i piloti non si sono risparmiati e hanno regalato uno straordinario spettacolo a bordo delle loro Ferrari 488 Challenge Evo.

    Trofeo Pirelli. Jason McCarthy (Wide World Ferrari) si è aggiudicato la vittoria in una combattuta gara del Trofeo Pirelli che ha visto l’interruzione per bandiera rossa a metà dei 30 minuti previsti.  Dopo essere partito dietro Martin Burrowes (Ferrari of Quebec), McCarthy e lo stesso Burrowes hanno dato vita a una serie di sorpassi emozionanti: il newyorchese McCarthy era nettamente più veloce, ma Burrowes ha messo in campo tutta la sua abilità per rendergli la vita difficile già dal primo giro.  Purtroppo, un incidente nelle retrovie ha presto neutralizzato la competizione, dato che si è reso necessario l’ingresso della Safety Car.  Alla ripartenza, i due hanno ripreso la sfida per guadagnare la testa della corsa, ma è stato immediatamente richiesto un secondo intervento della Safety Car a causa di un incidente, sempre nelle retrovie, che ha nuovamente costretto i partecipanti a rallentare il ritmo.  Alla fine, il direttore di gara ha deciso di esporre la bandiera rossa per permettere l’intervento di ripristino della pista.  Una volta terminate le operazioni, la gara è ripartita e subito McCarthy ha ripreso ad attaccare Burrowes, mettendo a segno il sorpasso decisivo a poco più di 10 minuti dalla fine.  Mentre McCarthy faceva del suo meglio per distanziare gli avversari, Burrowes scivolava indietro, riuscendo comunque a mantenere la posizione davanti a Joseph Rubbo (Ferrari of Long Island) e Matt Kurzejewski (Ferrari of Westlake) che stavano lottando accanitamente per contendersi il podio finale.  La bandiera a scacchi ha visto McCarthy tagliare il traguardo 5 secondi prima di Burrowes, seguito da Rubbo a un secondo di distanza.  Nella classe Am, Aaron Weiss (Ferrari of Central New Jersey) ha dato ulteriore prova delle sue capacità di destreggiarsi in presenza di condizioni atmosferiche variabili e sul bagnato, aggiudicandosi un’altra vittoria stagionale precedendo Todd Coleman (Ferrari of Denver) di poco più di un secondo.  Coleman ha iniziato a insidiare Weiss solo verso la fine della gara, ma non è stato sufficiente.  Custodio Toledo (The Collection) ha conquistato il terzo posto del podio arrivando qualche secondo dopo.

    Coppa Shell. Michael Petramalo (Ferrari of Seattle) ha ulteriormente incrementato il suo vantaggio in classifica nella classe Coppa Shell con un’altra vittoria, concludendo la gara di domenica davanti a Chuck Whittall (Ferrari of Central Florida) e Brian Kaminskey (Ferrari of Long Island), che si sono aggiudicati rispettivamente il secondo e il terzo posto. Dopo la cancellazione delle qualifiche a causa della forte pioggia, i piloti erano consapevoli che la pista bagnata avrebbe condizionato la gara, costringendo ad optare per gli pneumatici Pirelli rain.  Dopo una partenza regolare, Petramalo ha iniziato a costruire il suo vantaggio, ma Kaminskey era molto motivato perché finire dietro avrebbe significato avere ancora più punti da recuperare nei prossimi round.  Tuttavia, è stato Whittall, con un forte cambio di ritmo, a superarlo e a lanciarsi all’inseguimento di Petramalo, senza successo. Petramalo ha così allungato ulteriormente la distanza tra sé e Kaminskey in campionato.  Nella classe Coppa Shell Am, Rey Acosta (The Collection) si è aggiudicato una meritatissima vittoria, precedendo Frank Szczesniak (Ferrari of Tampa Bay) di meno di un secondo, seguito da Tony Davis (Continental Autosports) a pochi decimi.  Negli ultimi, emozionanti giri, Szczesniak ha tentato in tutti i modi di superarlo, ma Acosta ha gestito alla perfezione, guadagnando la vittoria.