Logo Content

    Le voci dai podi di Gara 1 al Mugello

    Maranello 08 ottobre 2022

    Ferrari Challenge Trofeo Pirelli Europe

    Trofeo Pirelli 

    Eliseo Donno, vincitore Trofeo Pirelli: “C’erano molte aspettative per questa gara, soprattutto dopo le prove libere. Ringrazio la squadra, i tecnici e la mia famiglia che mi sta accanto, come i miei amici. Mi sono trovato molto bene qui al Mugello e sono contento di essere riuscito a vincere questa gara”.

    Thomas Neubauer, secondo classificato Trofeo Pirelli: “A causa della bandiera rossa e dell’intervento della Safety Car per l’incidente la gara è stata spezzettata. Cosa mi aspetto da Gara 2? In questo tipo di competizioni le qualifiche sono davvero molto importanti, quindi domani punterò a partire bene, e poi vedremo come andrà”. 

    Doriane Pin, terza classificata Trofeo Pirelli: “In entrambe le partenze non sono andate bene. Mi trovavo in terza posizione quando è stata alzata la bandiera rossa ed è stato complicato partire di nuovo. Abbiamo fatto comunque un ottimo lavoro, ottenendo punti importanti per la squadra, e questo è positivo per domani”. 


    Trofeo Pirelli Am

    Ange Barde, vincitore Trofeo Pirelli Am: “Sono molto felice per la mia gara di oggi ed un pensiero va al mio amico Marco Pulcini che, nonostante l’incidente alla prima curva, fortunatamente sta bene. Correre al Mugello è un’esperienza incredibile. Dopo il successo in Gara 1, il mio obiettivo è la seconda gara di domenica, poi penserò alle Finali Mondiali di Imola. Quali emozioni provo per il titolo nel Trofeo Pirelli Am? Il risultato è frutto della concentrazione che ho mantenuto in tutti i round”. 

    Nigel Schoonderwoerd, secondo classificato Trofeo Pirelli Am: “Sono riuscito a conquistare un altro secondo posto, alla mia seconda partecipazione stagionale. Sono molto felice, e adesso sono già concentrato sulla gara che ci aspetterà domani”. 

    Christian Brunsborg, terzo classificato Trofeo Pirelli Am: “A causa delle qualifiche non perfette sono partito da metà classifica ed è stato molto difficile risalire verso la testa della corsa. Considerato questo, sono molto soddisfatto del mio risultato. Mi è sempre piaciuto correre sul circuito del Mugello e anche oggi l’esperienza mi ha regalato vere emozioni”. 

     

    Coppa Shell 

    Ernst Kirchmayr, vincitore Coppa Shell: “È molto emozionante correre su una pista così famosa, che ospita la Formula 1. Sono tornato in questo campionato dopo due o tre mesi riuscendo a conquistare qui al Mugello la pole position, il giro più veloce e il successo in gara: non avrei potuto sperare di meglio, quindi sono davvero contento. Nel frattempo con Philipp (Baron, N.d.r.) abbiamo guidato una Ferrari 488 GT3 nell’International GT Open ottenendo il nostro primo successo; è fantastico tornare qui e ottenere una vittoria. Speriamo di continuare così”. 

    Axel Sartingen, secondo classificato Coppa Shell: “Gara 1 è stata interessante perché abbiamo avuto una doppia partenza e, come accade spesso in questi casi, la prima è sempre quella migliore. Anche oggi Franz Engstler era molto veloce e non ho mai avuto una distanza tale da poter avere una sfida diretta con lui. Ho dovuto impegnarmi, invece, per mantenere la posizione e tenere alle mie spalle Roman Ziemian, che aveva un ritmo davvero notevole. Sono felice per questo secondo gradino del podio, adesso pensiamo alla seconda gara di domenica”.

    Roman Ziemian, terzo classificato Coppa Shell: “Ho sbagliato la partenza perché sono stato troppo lento e due vetture mi hanno sorpassato. Poi ho recuperato una posizione, ma nonostante fossi molto vicino ad Axel Sartingen non sono comunque riuscito a sorpassarlo. Forse con uno o due giri in più avrei avuto qualche chance. Ho fatto del mio meglio e domani mi impegnerò ancora di più”

     

    Coppa Shell Am

    Alexander Nussbaumer, vincitore Coppa Shell Am: “È stata una bellissima vittoria, giunta al termine di una gara lunga nella quale l’unico aspetto di cui mi sia dovuto preoccupare è stata la buona gestione delle gomme, che mi ha permesso di essere veloce anche durante l’ultimo giro. La nostra strategia, finalizzata a sfruttare appieno la velocità della vettura, si è dimostrata vincente anche nei confronti di Joakim Olander. Sono riuscito a fargli sentire una certa pressione finché sono riuscito a superarlo nell’ultimo giro, togliendomi una bella soddisfazione. Nel finale ero il pilota con gli pneumatici nelle condizioni migliori e questa è stata una delle chiavi della vittoria”. 

    Christian Herdt-Wipper, secondo posto Coppa Shell Am: “È stata una giornata difficile già a partire dalle qualifiche, d’altra parte oggi non mi sentivo molto bene a causa di un’influenza. Fortunatamente mia moglie mi ha incoraggiato e mi ha trasmesso delle ottime energie e così sono riuscito a ottenere comunque un ottimo podio. Ora stiamo a vedere cosa accadrà domani”.

    Paolo Scudieri, terzo posto Coppa Shell Am: “Un’emozione grandissima, il Mugello è una pista fantastica e questa 488 Challenge Evo è una vettura meravigliosa. La gara è stata difficile, caratterizzata da due Safety Car, quindi ancora più complessa per le continue ripartenze. In ogni caso salire sul podio del Mugello mi ha fatto vivere una grande emozione, e mi sono divertito molto”. 

    Trofeo Pirelli APAC

    Nobuiro Imada, primo classificato Trofeo Pirelli Am: “Sono molto contento di essermi potuto confrontare con i piloti della serie europea. In qualifica ho trovato un po' di traffico e la prova non è stata molto buona. Sono veramente molto soddisfatto per la vittoria”.

    Yudai Uchida, secondo classificato Trofeo Pirelli Am: “Ho avuto un problema alla partenza e la gara è stata davvero complicata. Anche lo sforzo fisico è stato notevole. Proverò a fare ancora meglio”

    Yamaguchi Kazayuchi, primo classificato Coppa Shell: “La prima volta in cui ho assistito al Ferrari Challenge a Suzuka ho deciso di partecipare e ho iniziato a correre, nel 2018. Quest’anno faccio tutte le gare, è la seconda stagione completa. Il mio sogno è vincere il campionato e in futuro correre in GT3 con Cornes Osaka”

    Jay Park, secondo classificato Coppa Shell: “Quando succedono gli incidenti è sempre un po’ traumatizzante per chi si trova in pista, ma dopo quello che è accaduto oggi mi sono concentrato solo sulla mia prestazione in gara, e sono molto felice per aver conquistato il podio”.

    Mothiko Isozaki, terzo classificato Coppa Shell: “E’ la mia prima gara in Italia ed è incredibile essere arrivati sul podio. È una giornata straordinaria per me, un’emozione unica”.

    Baby Key, primo classificato Coppa Shell Am: “Ho iniziato a correre nel 2017 e da allora ho costruito tante amicizie, con piloti giapponesi, asiatici e australiani. Io sono molto felice di poter vivere questo ambiente e questi fine settimana di gare”.

    Shigeru Kamiue, secondo classificato Coppa Shell Am: “Sono partito in pole position, ma non sono riuscito a confermare il primo posto e alla fine mi spiace un po'”.

    David Dicker, terzo classificato Coppa Shell Am: “Il finale è stato davvero difficile, non pensavo di riuscire a concludere tagliando il traguardo in terza posizione”.