Logo Content

    Ferrari 458 Challenge Evo in pista a Silverstone per i 30 anni del campionato

    Silverstone 17 settembre 2022

    Il Ferrari Challenge Europe festeggia i suoi 30 anni attraverso le vetture protagoniste dei tre decenni del monomarca del Cavallino Rampante. A tornare in pista per celebrare la ricorrenza è, nel quinto appuntamento stagionale del campionato sul circuito di Silverstone, la Ferrari 458 Challenge Evo, in livrea bianca, con il numero 1 e il nome di Stefano Gai in evidenza.

    Evoluzione della 458 Challenge di cui prende il posto dalla stagione 2014, si distingue dalla precedente versione in particolare per il kit aerodinamico, capace di migliorare ulteriormente le prestazioni. Il kit include un inedito alettone posteriore in stile competizioni GT, che migliora la conduzione in curva, un nuovo splitter anteriore e un fondo vettura ridisegnato e ancora più curato. Sotto l’aspetto tecnico inoltre vengono apportate migliorie a freni e sospensioni. Il motore rimane invece un V8 da 4.5 litri, capace di sviluppare una potenza di 570 cavalli, con diversi aggiornamenti che aumentano la maneggevolezza.

    A sua volta la 458 Challenge, presentata nel 2010 e con cui lo stesso Stefano Gai ha conquistato il titolo di campione del Ferrari Challenge nel 2011, era basata sulla versione stradale 458 Italia, di cui mantiene il propulsore di serie V8 ad iniezione diretta da 4.999 cm3, capace di erogare una potenza massima di 570 CV a 9.000 giri/minuto. A differenziarlo, però, sono le diverse modifiche apportate alla rapportatura e alla calibrazione del cambio di tipo Formula 1 a doppia frizione, che assicura maggior coppia a bassi regimi. Nuovo è anche l’utilizzo del differenziale elettronico E-Diff. 

    Significativi sono gli interventi sia all’esterno sia all’interno, che riducono il peso rispetto alla versione stradale e generano un assetto specifico per le gare. Nuovo è anche il sistema frenante Brembo CCM2 di nuova generazione, oltre che l’utilizzo dell’F1-Trac, il sistema di controllo realizzato da Ferrari che garantisce una stima continua dell’aderenza.