Logo Content

    A Budapest per il terzo round del Ferrari Challenge Europe

    Maranello 15 giugno 2022

    Terzo atto del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli Europe, nell’anno della sua trentesima edizione, che torna nel fine settimana sul tracciato dell’Hungaroring. Sono cinquanta le Ferrari 488 Challenge Evo che si daranno battaglia sul circuito che si trova a pochi chilometri da Budapest, capitale dell’Ungheria.

    Trofeo Pirelli. Nella classe regina proseguirà il testa a testa tra Doriane Pin (Scuderia Niki – Iron Lynx) e John Wartique (FML – D2P), con la francese al comando della classifica generale con un vantaggio di sette punti nei confronti del belga. Più attardato, a 13 lunghezze dalla vetta, il finlandese Luka Nurmi (Formula Racing). Da segnalare il debutto, per i colori di CDP – Best Lap, di Eliseo Donno, classe 2005, vincitore del Campionato Italiano Karting 2021 nella categoria Senior Rok. Nel Trofeo Pirelli Am, Ange Barde (SF Côte d’Azur Cannes – IB FAST), grazie alla doppietta messa a segno sul circuito di casa, ha decisamente allungato nella graduatoria generale portandosi a quota 67. Segue in seconda posizione, con 35 punti, Marco Pulcini (Al Tayer Motors) e il campione mondiale in carica, Christian Brunsborg (Formula Racing) che proverà a prendere il ritmo giusto dopo un avvio di stagione non perfetto.

    Coppa Shell. Ancora più accesa la disputa per la classe Shell che vede prevalere Axel Sartingen (Lueg Sportivo – Herter Racing) per un solo punto su Franz Engstler (Scuderia GT). In terza posizione Manuela Gostner (CDP – MP Racing) che in Francia è tornata a festeggiare sul podio grazie al secondo posto conquistato in Gara 2. Dopo una vittoria e la terza piazza messi a segno a Le Castellet proverà a continuare la rimonta Roman Ziemian (FML – D2P) che ora occupa la quarta posizione, a sei lunghezze dall’italiana. Tra gli Am, la classe più affollata, visti i 18 iscritti, Joakim Olander (Scuderia Autoropa) si trova in vetta grazie alla vittoria e al terzo posto racimolati al Paul Ricard. A contendergli il primato ci saranno Peter Christensen (Formula Racing), vincitore di Gara 2, e Alexander Nussbaumer (Gohm Motorsport – Herter Racing) attualmente appaiati a otto lunghezze dallo svedese. Nella classe si registra anche l’ingresso di Christian Herdt-Wipper (Saggio München) proveniente dalla Coppa Shell.

    30 anni. Per celebrare i 30 anni del Ferrari Challenge prosegue la speciale esposizione delle vetture che sono state protagoniste nel monomarca di Maranello. A Budapest a rubare la scena sarà la Ferrari 360 Challenge, impiegata dal 2000 al 2005. La vettura è dotata di un 8 cilindri con potenza massima di 400 CV, che mantiene nell’aspetto le stesse caratteristiche della vettura stradale, ma che incorpora un alto numero di modifiche studiate per implementare le performance nell’utilizzo in pista. La 360 Challenge è stata prodotta in poco più di 300 esemplari per il monomarca e per vari campionati FIA, utilizzando la meccanica di serie, ma con un peso ridotto a 1.170 kg (120 in meno rispetto alla 360 Modena di serie), capace di superare i 295 km/h di velocità massima.

    Programma. Il terzo round del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli inizierà venerdì 17 con le sessioni di prove libere, per poi proseguire sabato 14 con le qualifiche del Trofeo Pirelli, con il via previsto alle 9:00 e Gara 1 alle 13.30. Le qualifiche della Coppa Shell avranno inizio alle 11:40, mentre gli Am alle 12:10: per la corsa occorrerà attendere lo spegnimento dei semafori alle 16.00. Domenica programma e orari identici alla giornata del sabato. Le qualifiche e le gare saranno trasmesse in diretta con commento in lingua inglese sul canale Youtube di Ferrari, mentre in Italia le due corse potranno essere viste in diretta sulla piattaforma Sky (canale 207).