Logo Content

    Le dichiarazioni al termine della 9 Ore di Kyalami

    Midrand 05 febbraio 2022

    Al termine di un’altra gara completata sul podio e, soprattutto, con un altro titolo nella bacheca Ferrari, abbiamo raccolto le voci dei protagonisti.

    Alessandro Pier Guidi, AF Corse Francorchamps Motors numero 51: “È stata una stagione straordinaria e credo che sarà molto difficile ripeterla perché, anche se siamo nel 2022, questo risultato confluisce in quelli dello scorso anno. Abbiamo vinto, assieme a Ferrari e AF Corse, tutto quello che potevamo vincere. Mi dispiace per Nicklas che ha gareggiato con noi tutta la stagione ma la scelta di Ferrari di dividerci era logica per cercare di raddoppiare le possibilità di successo. Ringrazio Miguel e Côme per la splendida gara. Oggi, per la prima volta, il mio stint conclusivo è stato tranquillo ed ho potuto amministrare il vantaggio e la vettura. La stagione ha preso la giusta piega per noi a Spa-Francorchamps e, alla fine, abbiamo vinto questo titolo grazie a due ottimi sorpassi”.

    Côme Ledogar, AF Corse Francorchamps Motors numero 51: “Sono davvero felice ma al momento non riesco ad esserlo completamente perché avrei voluto che ci fosse anche Nicklas a festeggiare con noi questo titolo. Sappiamo che il ritiro fa parte del gioco, ma sappiamo anche che ha dato tutto per cercare di vincere, e in questa stagione ho avuto modo di conoscerlo da vicino e di apprezzarlo moltissimo. Siamo felici, ma mi manca in questo momento”.

    Miguel Molina, AF Corse Francorchamps Motors numero 51: “Oggi la gara è stata molto difficile perché la pista è molto buia e devi abituarti presto a questa condizione di luce. La macchina però è andata molto bene e sono contento di aver aiutato Alessandro e Côme a vincere il titolo, hanno fatto un lavoro egregio. Io sono molto orgoglioso della mia prova a Kyalami e di aver dato il mio contributo al loro successo”.

    Nicklas Nielsen, AF Corse Francorchamps Motors numero 71: “Stavamo disputando un’ottima gara e il nostro passo era davvero eccellente, mi dispiace che sia finita prima del previsto, soprattutto per Alessio e Antonio che hanno gareggiato molto bene. Il problema si è presentato all’improvviso, non avevo più trazione, ma dobbiamo analizzare una volta a casa cosa è successo. La stagione rimane comunque positiva per me con i successi alla 24 Ore di Spa-Francorchamps e nella 24 Ore di Le Mans, così come il titolo nel FIA WEC”.

    Antonello Coletta, Head of Ferrari Attività Sportive GT: “La conquista del titolo piloti per Alessandro e Côme rappresenta la ciliegina sulla torta di una stagione memorabile che oggi possiamo finalmente consegnare agli archivi come la più vincente della nostra storia. È stato un anno memorabile, che indubbiamente fornirà la giusta spinta e motivazione per un 2022 che sarà fondamentale per il nostro futuro. Sono molto felice per i campioni, hanno meritato il risultato grazie a prestazioni sempre di altissimo livello. Mi dispiace per il ritiro della vettura di Nielsen, perché stava disputando un’ottima gara ma sono stato felice di vedere come tutti i nostri piloti abbiano festeggiato assieme questo che, a tutti gli effetti, è il nostro primo titolo nell’Intercontinental GT Challenge. Mi piace rimarcare, invece, il 107esimo titolo per la 488 GT3, ottenuto in soli sei anni di attività: credo sia un risultato storico di cui andare orgogliosi”.