Logo Content

    I commenti dal podio della 1000 Km del Paul Ricard

    Le Castellet 05 giugno 2022

    Il tracciato del Paul Ricard regala una doppietta speciale per gli equipaggi di Iron Lynx impegnati nella classe Pro nella seconda prova dell’Endurance Cup del GT World Challenge Europe powered by AWS. Un risultato inatteso, auspicato dopo la pole del mattino, ma che i piloti e la squadra hanno ottenuto al termine di sei ore tanto intense quanto perfette. Abbiamo raccolto i commenti direttamente dal podio francese.

    Antonio Fuoco: “È stata una gara davvero ottima, abbiamo gestito al meglio il ritmo tanto io quanto i miei compagni. Avevamo un buon passo oggi, ed abbiamo avuto una squadra eccezionale di meccanici durante i pit stop. Sono davvero contento perché dopo essere scattati dalla pole position siamo riusciti a portare a casa il massimo dei punti. Le forature sono state un problema in gara e per non incappare in loro abbiamo cercato di evitare quanto possibile i cordoli e ci siamo riusciti”.

    Davide Rigon: “Sono davvero felice per questo risultato. Sapevamo che avremmo faticato all’inizio della gara perché abbiamo scelto le gomme usate, in modo tale da poter contare su treni nuovi nel finale della corsa.  Avevamo ipotizzato, tra i vari scenari, la possibilità di una Safety Car nell’ultima ora e volevamo dare ad Antonio set di pneumatici freschi. Il mio stint è stato molto buono, la macchina era ottimamente bilanciata e di questo ringrazio i tecnici e gli ingegneri di Ferrari e Iron Lynx. Per me è una rivincita dopo l’incidente di Spa-Francorchamps, e salire sul gradino più alto del podio dopo una gara così intensa e contro avversari forti e numerosi regala una gioia immensa. Ora pensiamo a preparare al meglio Le Mans e poi l’appuntamento di Spa”.

    Daniel Serra: “È la mia prima vittoria nel GT World Challenge e sono molto contento per il risultato. È vero che ho disputato poche corse in questa serie, ma la prima vittoria ha sempre un sapore speciale. Il team ha svolto un lavoro eccellente in termini di strategia e pit-stop, come sempre. Non abbiamo commesso errori e sia Davide quanto Antonio sono stati velocissimi. È stato un onore per me dividere l’abitacolo con loro. Speriamo sia di buon auspicio per le 24 Ore di Le Mans e di Spa”.

    Miguel Molina: “Quello fatto a Gounon è stato uno dei sorpassi più belli ed importanti della mia carriera. Ho spinto dal primo all’ultimo giro per cercare di ottenere punti importanti. Questa mattina abbiamo faticato un po’ in qualifica, ma abbiamo modificato la macchina per la gara e credo che il lavoro abbia pagato come dimostrano gli ultimi due stint. La doppietta è un risultato eccellente per Ferrari e Iron Lynx”.

    James Calado: “Non riesco a credere che siamo riusciti a concludere al secondo posto questa gara. Ho avuto una foratura che ha causato il mio testacoda nel finale del mio secondo stint. In precedenza avevo fatto un po' di fatica, soprattutto confrontando il mio passo con quello dei nostri compagni di team, ma portiamo a casa con gioia questo risultato per il team. Sono contento anche perché questo è il mio primo podio in questa serie”.

    Nicklas Nielsen: “Sono molto contento per questo risultato! Penso che ad un certo punto della gara le nostre speranze di podio fossero svanite, soprattutto dopo la foratura di James. Siamo stati però molto bravi a rientrare e Miguel è stato autore di un sorpasso straordinario per conquistare la seconda posizione ai danni della Mercedes. Possiamo ritenerci soddisfatti e felici, sia per il team che per questa doppietta Ferrari”.

    Michelle Gatting: “Penso che avevamo davvero bisogno di finire sul podio quest’anno, di sicuro il passo è sempre stato buono in tutte le gare, ma abbiamo sempre avuto un po’ di sfortuna, mentre oggi siamo state brave. Penso che tutte noi abbiamo fatto un ottimo lavoro e siamo state anche fortunate a guadagnare un’altra posizione nel finale. Abbiamo dimostrato a noi stesse di poter salire sul podio, ora vogliamo continuare a farlo anche nelle prossime gare”.

    Andrea Bertolini: “Il podio è un buon risultato ma potevamo ambire a qualcosa di più. Ho ricevuto un drive-through nel penultimo stint che ha compromesso tutta la gara. Abbiamo perso il vantaggio e non siamo stati in grado di sfruttare il problema accusato dalla McLaren. Avremmo potuto vincere, oggi. Sono punti che fanno comodo in ottica campionato, Louis e Stefano hanno fatto un gran lavoro quindi puntiamo a fare bene a Zandvoort e Spa, la gara più importante”.

    Louis Machiels: “È stato un buon weekend anche se difficile, soprattutto nel primo stint in gara, perché ho fatto molta fatica a gestire macchina e gomme. Abbiamo ottenuto punti importanti e questo è quello che conta. Purtroppo il drive through ha condizionato il risultato finale, ma pensiamo a rifarci già a Zandvoort”.

    Stefano Costantini: “Sono contento del risultato anche se c’è un po’ di amarezza perché siamo stati molto competitivi. Il drive through ovviamente ha rovinato tutto e a questo si è aggiunta la Safety Car nel finale. Senza drive through avremmo potuto ottenere una vittoria, ma sono comunque contento perché abbiamo conquistato punti importanti”.