Logo Content

    Season Review 2021 - Davide Rigon

    Maranello 29 dicembre 2021

    Partita con grandi aspettative e fiducia, la stagione di Davide Rigon nel GT World Challenge Europe ha subito un brusco stop durante le prime ore della 24 Ore di Spa-Francorchamps. In quell’occasione il pilota fu sfortunato protagonista di un incidente che lo ha tenuto per alcuni mesi lontano dalle piste. Dopo un paziente recupero e molte ore al simulatore, Rigon è tornato in pista nel Campionato Italiano Gran Turismo Endurance sul tracciato di Monza.

    Quest’anno il tuo impegno principale è stato il GT World Challenge, dove svolgevi anche il ruolo di “guida” per due giovani talenti come Fuoco e Ilott. Come ti sei trovato in questa nuova veste?

    “È stato un anno veramente particolare. Di solito ero sempre il più giovane della squadra, mentre quest’anno ero di gran lunga il più anziano dell’abitacolo, considerando i 23 anni di Ilott e i 25 di Fuoco. Sembrava quasi di appartenere a generazioni diverse, per fortuna non in pista. Fin dall’inizio ho avuto buone sensazioni perché, sebbene fosse chiaro che mancavano di esperienza e che dovessero imparare, ho trovato grande disponibilità e rapidità di apprendimento. Fuoco lo conoscevo già tanto dal campionato italiano quanto dal lavoro che svolgiamo sul simulatore di Formula 1. Su Ilott c’era qualche punto di domanda in più, non tanto per quanto riguarda il talento, che è indubbio, quanto sulla rapidità di apprendere il modo per guidare al meglio le vetture GT, molto diverse rispetto alle monoposto. Sin dai primi test però è cresciuto molto rapidamente e mi faceva piacere che venisse a confrontarsi con me e a chiedermi consigli su come migliorare”.

    Qual è il tuo obiettivo per la prossima stagione?

    “Lavorare bene per tirare fuori il massimo da me e dalla vettura. Spero di guidare ancora con compagni di alto livello e trovare la sintonia che c’era quest’anno con Ilott e Fuoco. Spero di poter confrontarmi nuovamente in un campionato competitivo e divertente. Ho molta fame di riscatto, di podio e di vittorie”.

    29 dicembre, 2021