Scuderia Ferrari: logo

Un’occasione persa nella lotteria dell’Hungaroring

Budapest 01 August 2021

Il buon terzo posto – inizialmente un quarto, diventato un podio a seguito della squalifica dell’Aston Martin di Sebastian Vettel, giunta seconda – ottenuto da Carlos Sainz in un Gran Premio d’Ungheria condizionato dagli incidenti avvenuti al via non lenisce del tutto la delusione per i punti perduti che la Scuderia avrebbe potuto raccogliere se Charles Leclerc non fosse stato messo fuori gara da un errore macroscopico di un altro pilota che ha colpito violentemente la SF21 numero 16 alla prima curva.

Rimonta. Carlos ha invece portato a casa un buon risultato, riuscendo a risalire dal quindicesimo posto sulla griglia di partenza fino al quarto sotto la bandiera a scacchi, poi diventato terzo in serata. Peraltro, c’è un po’ di rammarico anche per il pilota spagnolo che, in occasione del pit-stop avvenuto subito dopo la ripartenza, è stato scavalcato da alcuni piloti che avevano lasciato la posizione del cambio gomme in maniera piuttosto garibaldina. Sainz non è così riuscito a rimanere a contatto con i due battistrada  perdendo la possibilità di lottare per la vittoria.

Pausa. Ora il Mondiale si ferma per la pausa estiva. Si tornerà in pista il 29 agosto a Spa-Francorchamps, per il Gran Premio del Belgio.


Carlos Sainz #55

"Che gara! Abbiamo lottato per il podio dopo essere partiti quindicesimi. Purtroppo abbiamo pagato carissimo le posizioni perse con Williams e AlphaTauri dopo il primo pit-stop per colpa del traffico in pitlane. Stavamo lottando per la vittoria a quel punto, e invece ci siamo giocati lì tutte le opportunità. Il ritmo nel primo stint con le slick, in aria pulita, è stato molto buono e mi ha permesso di fare l’overcut su Latifi e Tsunoda. Purtroppo negli ultimi giri, invece, non ho potuto far molto per difendermi da Hamilton. Le gomme Hard vecchie di molti giri, il carburante da gestire e la McLaren da doppiare alla fine dell’ultimo rettilineo mi hanno impedito di difendere il terzo posto. Mi dispiace molto per Charles, perché è rimasto coinvolto in un incidente senza avere nessuna colpa, e sono sicuro che oggi avremmo potuto portare a casa molti punti. In generale, la prima parte di questa mia stagione d’esordio con Ferrari è stata positiva. Devo ancora capire completamente la vettura in ogni condizione, ma penso che siamo sulla strada giusta. Nella pausa estiva ci ricaricheremo, e torneremo in Belgio pronti a spingere!"


Charles Leclerc #16

"Una domenica estremamente frustrante per me. Ho avuto una buona partenza ed ero in ottima posizione, in lotta per il secondo o terzo posto. Sapevo di avere un'opportunità oggi, quindi l'ho presa con calma e sono stato cauto. Stavo affrontando la prima curva e proprio non mi aspettavo che qualcuno facesse quel tipo di mossa su di me. Essere messo fuori gioco in questo modo è un vero peccato. Il danno era talmente ingente, che una volta arrivato alla frenata della curva successiva sono subito finito in testacoda. Non è proprio così che volevamo iniziare la pausa estiva, ma tant’é."


Mattia Binotto, Team Principal

"Un’occasione persa quella di oggi all’Hungaroring. Avevamo la possibilità di fare un bel risultato in una gara in cui la pioggia prima della partenza aveva creato un’opportunità per lottare per qualcosa d’importante. Invece, nonostante Charles avesse affrontato con la giusta cautela i primi metri sul bagnato e fosse riuscito ad issarsi nelle primissime posizioni, gli è piombato addosso un pilota che ha affrontato la prima curva in maniera a dir poco imprudente, per usare un eufemismo. Un vero peccato perché credo che Charles oggi potesse fare davvero bene. Carlos ha fatto un bellissimo primo chilometro di gara sul bagnato ed è risalito dalla quindicesima alla quarta posizione. Alla ripartenza siamo rientrati subito per passare alle gomme da asciutto e, dopo un pit-stop sotto i due secondi, abbiamo rilasciato la vettura rispettando le prescrizioni di sicurezza, visto il traffico che c’era in pit-lane: davanti alla nostra postazione, invece, non si sono fatti molti problemi e così abbiamo perso delle posizioni preziose che, probabilmente, hanno impedito a Carlos di lottare con i due piloti che hanno concluso ai primi due posti della classifica. Per com’è andata poi la corsa il quarto posto rispecchia la prestazione vista in gara. Si chiude una prima parte di stagione molto intensa, che ha visto la squadra reagire bene dopo una stagione difficilissima come quella scorsa. Abbiamo una coppia di piloti giovani e molto forti, che sta crescendo insieme a noi. Ora ci prendiamo una piccola pausa per tirare il fiato e per ricaricare le pile per affrontare la seconda parte dell’anno con rinnovata energia. Infine, voglio fare i complimenti a tutti gli atleti italiani impegnati ai Giochi Olimpici di Tokyo, in particolare a Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi che oggi hanno scritto una pagina indimenticabile nella storia del nostro sport: gioie come queste ci fanno essere ancora più orgogliosi del nostro Paese."