Passione

In questo numero la nuova 296 GTB fa rotta verso le Dolomiti, una Ferrari F8 segue il percorso della Targa Florio in Sicilia e Christopher Lambert mette alla prova una Portofino M in Francia
Testo – Ross Brown

È arrivato il numero 52 di The Official Ferrari Magazine: la star di copertina è la rivoluzionaria 296 GTB.

Guidata dal pilota Ferrari GT Davide Rigon, l’ibrida V6 si è scatenata sulle strette strade alpine vicino a Brunico in Alto Adige, accompagnata dal fotografo Philipp Rupprecht, con risultati davvero mozzafiato.

In Sicilia, il pilota della Ferrari Driver Academy Marcus Armstrong guida una Ferrari F8 lungo l’iconico percorso della Targa Florio, mentre in Francia Christopher Lambert, l’indimenticabile “Highlander”, si mette al volante di una Portofino M.  

Lontano dal rombo dei motori regna la pace del Ristorante Cavallino, dove cenava tutti i giorni Enzo Ferrari. In un ambiente rinnovato e rivisitato incontriamo Massimo Bottura, uno dei più importanti chef d’Italia, per scoprire il nuovo menu che concilia la ricca tradizione regionale con innovazioni contemporanee.  

 

Nell’ultimo numero la Ferrari Roma era andata in Scozia per seguire il percorso degli antichi legionari lungo il Vallo Antonino. Questa volta l’iconica Ferrari si fa strada tra le vie di Sydney, in Australia, prima di dirigersi nell’entroterra verso le Blue Mountains, aggiungendo un po’ di “Dolce Vita” allo stile di vita australiano.   

Un’antica villa nella campagna italiana fa da sfondo alla collezione moda di questo numero, dove la tradizione si fonde con il design contemporaneo grazie ad un gruppo di giovani amici e a una Ferrari di ultima generazione. All’interno celebriamo la maestria, i materiali di pregio e il design Ferrari sotto la supervisione del celebre fotografo di moda Johan Sandberg.   

 

Mentre la 296 GTB ci ricorda le solide radici di Ferrari nella sua storia di successi a 6 cilindri, esploriamo i motori che hanno fatto entusiasmare il mondo, dalla Dino 246 F1 del 1958 - il primo V6 in una vettura di Formula 1 - fino a alla strepitosa 126 C2 che conquistò il titolo Costruttori di F1 per Ferrari nel 1982.

 

Infine, vieni con noi in un viaggio nel tempo: i nostri esperti del dipartimento Classiche restaurano con cura e passione una Ferrari 375 F1, settant’anni dopo la sua partecipazione al Gran Premio di Gran Bretagna del 1952.