Una chiacchierata con Maya Weug prima della pausa estiva

Maranello 03 agosto 2021

Maya, dicci della tua vita a Maranello dopo essere entrata nella Ferrari Driver Academy?

È stato facile adattarmi alla vita in Italia. Sto molto bene qui. Ho preso lezioni per migliorare il mio italiano, e anche il cibo è sempre speciale. Mi piace molto vivere a Casa FDA con gli altri piloti. Passiamo parecchio tempo insieme e ci divertiamo molto. Nel tempo libero spesso cuciniamo insieme.

Quest’anno hai iniziato a gareggiare sulle monoposto. Come sta andando?

Passare dal karting alle monoposto è un passo importante e bisogna prenderci un po’ le misure. È tutto diverso, la squadra è molto più grande, e bisogna lavorare a stretto contatto con un ingegnere. Bisogna abituarsi, ma mi trovo molto bene con il mio team. Abbiamo lavorato molto per migliorare in pista. Ho dovuto adattarmi anche alla macchina e ai circuiti, che sono tutti nuovi per me. È una bella sfida. Stiamo lavorando nella giusta direzione, e vedo già molti miglioramenti da parte mia. 

Cosa ti è piaciuto di più di questa stagione, finora? 

Dal punto di vista sportivo, sono molto fiera di essere in alto nella classifica dei rookie. Alcune gare sono andate molto bene e sono riuscita anche a fare dei bei sorpassi. Fuori dalle piste, sicuramente sono contenta del rapporto che si è creato con gli altri piloti FDA. Abbiamo avuto modo di conoscerci meglio e di fare molte attività insieme. Facciamo cross-fit, giochiamo a padel, andiamo in bici insieme. Lavoriamo molto, ma ci divertiamo anche. 

Come sono le tue giornate con FDA?

Sono a Maranello praticamente tutti i giorni, tranne quando sono alle gare o quando giro al simulatore di Iron Lynx. Quando siamo in sede, ogni giorno facciamo attività fisica. Ogni settimana, inoltre, facciamo una sessione di mental training, oltre alle lezioni di italiano e di dinamica del veicolo. Impariamo a prepararci alle gare facendo l’analisi della performance attraverso i nostri video onboard. 

Quali sono i tuoi obiettivi per la seconda metà della stagione?

Il mio obiettivo per le prossime gare è di continuare a migliorare, in particolare per quanto riguarda la mia performance in qualifica.  

Quali pensi che siano i tuoi punti di forza? 

Direi lo stile di guida fluido e la capacità di fare i sorpassi. 

Che piani hai per l’estate?

Torno a casa, in Spagna, ma mi terrò in allenamento. Con FDA, studieremo insieme su cosa lavorare per migliorare nella seconda parte della stagione.

Hai visto la nuova generazione di monoposto F4 alla FIA Conference a Monaco. Puoi raccontarci le tue impressioni?

Ho visto la nuova vettura di F4 a Monaco un paio di settimane fa, e l’ho trovata molto interessante. Sicuramente è stato fatto un passo avanti dal punto di vista della sicurezza, visto che c’è l’halo. Sembrano un po’ più pesanti, ma penso che in gara saranno divertenti da guidare oltre che più sicure. Anche il volante è diverso e ci sono molte novità dal punto di vista dell’aerodinamica. Sembrano divertenti da guidare!