Logo Content

    Al via lo Scouting Camp FDA-ACI con quattro ragazzi classe 2006 e 2007

    Nella foto, da sinistra a destra: Oscar Pedersen, Matteo De Palo, Tomass Stolcermanis, Nicola Lacorte

    Maranello 18 luglio 2022

    Ha preso il via questa mattina a Maranello lo Scouting Camp organizzato dalla Ferrari Driver Academy nell’ambito della partnership con ACI (Automobile Club d’Italia). Sono coinvolti quattro piloti classe 2006 e 2007.

    Due italiani. Il Camp di valutazione, che si concluderà giovedì, è espressione della collaborazione che è ormai attiva da anni fra FDA e ACI, che periodicamente porta a Maranello alcuni talenti per poterne valutare il potenziale con gli strumenti del programma giovani di Ferrari. ACI ha scelto Nicola Lacorte, di Pisa – unico ad essere impegnato in Formula 4 in questa stagione, mentre i tre compagni di avventura sono kartisti – e di Matteo De Palo, di Roma, entrambi classe 2007. A loro si aggiungono due kartisti stranieri scelti da Ferrari: lo svedese Oscar Pedersen, nato nel 2006 a Uppsala, e il lettone Tomass Stolcermanis, di Riga, classe 2007.

    Pista a Fiorano, teoria a Maranello. I ragazzi saranno protagonisti di una quattro giorni intensa tra la pista di Fiorano e la sede della Scuderia a Maranello. Il programma prevede diverse sessioni dedicate ai vari ambiti che caratterizzano la vita di un pilota. Si va dalla preparazione fisica, a quella teorica sul motorsport fino alla gestione dello stress. A differenza delle edizioni precedenti, l’attività di pista in questa occasione sarà concentrata nelle giornate di martedì e mercoledì, quando i quattro talenti avranno la possibilità di girare con una monoposto di Formula 4 dotata di gomme Pirelli – Technical Partner di FDA negli Scouting Camp – identiche in tutto e per tutto a quelle impiegate nelle gare di campionato. L’ultima attività della giornata odierna è il track walk sulla storica pista di proprietà della Ferrari che proprio quest’anno compie 50 anni: domattina sarà già il momento di mettersi al volante.

    A caccia di talenti. Quello iniziato oggi è solo uno degli Scouting Camp organizzati ogni anno dalla Ferrari Driver Academy, che valuta i talenti più promettenti con lo scopo di fare entrare nel programma coloro che mostrano di avere le carte in regola per puntare a guidare un giorno la Ferrari di Formula 1. Al termine della settimana, gli esperti di FDA si riuniranno e decideranno se tra i quattro esaminati ci sia qualcuno che merita di essere portato alle Scouting World Finals di fine anno, l’evento nel quale si decide se aggiungere un pilota al gruppo di FDA. Attualmente fanno parte della Academy sette ragazzi e due ragazze.