Ferrari Corse Clienti - Logo

Il Ferrari Challenge conclude un weekend epico a Daytona

Daytona 26 January 2020

Il Ferrari Challenge Trofeo Pirelli ha concluso il suo fine settimana sui banking del Daytona International Speedway, con due gare disputate per la prima volta sotto i riflettori. È stata l’ultima bandiera a scacchi sventolata sulla Ferrari 488 Challenge che, già dalla prossima gara a Road Atlanta, lascerà il palcoscenico alla 488 Challenge Evo. Nel frattempo, i piloti del Ferrari Challenge hanno prodotto uno spettacolo unico, questa volta non interrotto dalla Safety Car, per l’intera durata dei trenta minuti dell’evento.

Trofeo Pirelli. Cooper MacNeil (Scuderia Corsa – Ferrari of Westlake) ha conquistato la sua seconda vittoria del fine settimana, con un margine di oltre 18 secondi dal primo dei suoi inseguitori, Joe Rubbo (Ferrari of Long Island). Questo risultato permette a MacNeil di confezionare il weekend perfetto che lo ha visto primeggiare anche nella classifica del giro più veloce sia in qualifica sia in gara. Ross Chouest (Boardwalk Ferrari), dopo essere stato promosso al Trofeo Pirelli, è salito sul podio della classe, anche se in gara è stato costretto a confrontarsi con i piloti del Trofeo Pirelli AM.

Trofeo Pirelli AM. John Megrue (Ferrari of Long Island) si è concesso una inattesa doppietta nel Trofeo Pirelli Am. Dopo aver duellato con Cooper MacNeil nella gara di ieri, chiusa al secondo posto assoluto, il pilota americano ha consolidato la sua vittoria nella classe, senza riuscire però ad impensierire né MacNeil né Rubbo, “accontentandosi” del terzo posto assoluto. Megrue è stato impensierito da Jean-Claude Saada (Boardwalk Ferrari) che ha fatto il suo ritorno nel Ferrari Challenge dopo una breve pausa, ma non ha avuto problemi a ritrovare la competitività. I due sono stati seguiti da Dave Musial (Ferrari Lake Forest) che ha chiuso ad un solo secondo dai capofila del Trofeo Pirelli Am.

Coppa Shell. Rich Baek (Ron Tonkin Gran Turismo) si è imposto a sorpresa dopo che la vittoria nella classe è stata rimessa in gioco dall’errore di Jason McCarthy mentre quest’ultimo era in testa, facendolo scivolare in quinta posizione. Dell’episodio ha approfittato Brad Horstmann (Foreign Cars Italia) che ha chiuso secondo, e Jay Schreibman (Cauley Ferrari), terzo. A testimonianza del grande equilibrio della classe, Baek ha tagliato il traguardo con appena tre decimi di vantaggio sul secondo.

Coppa Shell AM. Justin Wetherill (Ferrari of Central Florida) ha confermato le sue ambizioni al titolo conducendo una gara priva di errori che gli ha permesso di salire per la seconda volta sul gradino più alto del podio, battendo però per appena un decimo John Cervini (Ferrari of Ontario). Dave Musial Jr. (Ferrari of Lake Forest) ha conquistato il suo primo podio nel Ferrari Challenge in quello che è il suo primo weekend di gara in assoluto, terminando i trenta minuti di corsa ad appena un secondo e mezzo dal duo di testa.

Appuntamenti. Il Ferrari Challenge lascia lo spazio alla 24 Ore di Daytona che prenderà il via sabato, alle 13:30 ora locale e che si concluderà alla stessa ora di domenica. La serie monomarca tornerà invece protagonista a Road Atlanta, dal 6 all’8 marzo, durante i Ferrari Racing Days.