Ferrari Corse Clienti - Logo

Gran finale per i Ferrari Racing Days ad Atlanta

Road America 09 March 2020

Il Ferrari Challenge Trofeo Pirelli ha chiuso l’edizione 2020 dei Ferrari Racing Days con le due gare disputate nel pomeriggio di domenica. Ancora una volta il clima è stato ideale per lo svolgimento della manifestazione, costituendo lo scenario perfetto per le gare del monomarca del Cavallino Rampante.

Trofeo Pirelli. Cooper MacNeil (Ferrari of Westlake) ha completato un’altra giornata perfetta nel Ferrari Challenge, conquistando pole position, giro più veloce e vittoria. Mentre il successo sembrava indirizzato nelle mani del campione in carica già dopo pochi giri, grazie anche al vantaggio di oltre sette secondi guadagnati nelle prime tornate, a riaprire i giochi pensava una neutralizzazione nelle ultime fasi della gara. Nonostante questo, il pilota americano si aggiudicava il successo davanti a Martin Burrowes (Ferrari of Ft. Lauderdale) e Ross Chouest (Boardwalk Ferrari).

Trofeo Pirelli Am. Dave Musial (Ferrari of Lake Forest) è salito sul gradino più alto del podio dopo essere stato protagonista di una lunga sequenza di giri velocissimi durante i trenta minuti di gara. Brian Davis (Ferrari of Palm Beach) si è classificato in seconda posizione precedendo il vincitore del round di Daytona, John Megrue (Ferrari of Long Island).

Coppa Shell. Jason McCarthy (Wide World Ferrari) ha disputato una gara in solitaria, tagliando il traguardo con 18 secondi di vantaggio sugli inseguitori. Jim Booth (Ferrari of Atlanta) ha conquistato il secondo posto e il successo nella Gentleman’s Cup, distanziando a sua volta il resto del gruppo. Kevan Millstein (Ferrari of San Diego) ha concluso la corsa al terzo posto precedendo un arrembante Osvaldo Gaio (Miller Motorcar).

Coppa Shell AM. Michael Watt (Ferrari of Atlanta), primo sotto la bandiera a scacchi, è stato penalizzato di trenta secondi per sorpasso sotto bandiera gialla, una situazione che si è protratta per molti giri. Watt non è stato l’unico a subire questa sanzione, poiché altri cinque piloti sono stati protagonisti di comportamenti analoghi, cambiando radicalmente l’ordine di arrivo finale. Ad aggiudicarsi il successo è stato pertanto Michael Quattlebaum (Ferrari of Houston) davanti a Todd Coleman (Ferrari of Denver) e John Cervini (Ferrari of Ontario).

Appuntamenti. Il Ferrari Challenge tornerà in pista dal 17 al 19 aprile ad Indianapolis, per il terzo round della serie nord americana.