Logo Content

    Concluso il primo round del Ferrari Challenge North America

    Ferrari Challenge North America - First Round of Racing Complete for Ferrari Challenge NA

    Virginia 29 marzo 2021

    Trofeo Pirelli Gara 1.  Cooper MacNeil (Ferrari of Westlake) si è aggiudicato il successo assoluto nel primo appuntamento del Trofeo Pirelli del fine settimana, prendendo rapidamente le distanze da un gruppo protagonista di una gara ricca di azione ad ogni curva. Dietro MacNeil, l'unico partecipante alla classe Trofeo Pirelli, si è assistita ad una battaglia senza esclusione di colpi, dove le condizioni di bagnato hanno aggiunto un significativo elemento di incertezza per i piloti.

    Il primo a farne le spese è stato Jordan Workman (Ferrari of Central Florida) autore di un testacoda nel giro iniziale, ma in grado di ripartire e rientrare ai box per le riparazioni. Il pilota americano è tornato in pista con due giri di distacco, ma proprio nel bel mezzo di uno spettacolare duello che ha visto Bret Curtis (Ferrari of Westlake) nel ruolo di lepre, davanti ad un trenino di sei Ferrari tra cui quella di Workman. Non sono mancati i tentativi di sorpasso fino a quello portato con successo da Jason McCarthy (Wide World Ferrari) che ha poi aperto la strada ad analoghe manovre da parte degli altri piloti. Non tutti sono riusciti a trovare il grip ricalcando la scia di Bret Curtis, concludendo la loro traiettoria fuori dal nastro d’asfalto, sull’erba bagnata.

    Quando tutto si è risolto 30 minuti dopo, la categoria Trofeo Pirelli è stata vinta da Martin Burrowes (Ferrari di Ft Lauderdale), seguito da vicino dal vincitore del Trofeo Pirelli Am-2 Jason McCarthy (Wide World Ferrari). Alle loro spalle ha concluso il debuttante nel Ferrari Challenge Keysin Chen (Ferrari of Beverly Hills), davanti a Brian Davis (Ferrari di Palm Beach) che completa il podio del Trofeo Pirelli Am-2.  Barry Zekelman (Ferrari di Ontario) ha rivendicato il secondo posto nella categoria Trofeo Pirelli Am-1 seguito da Dave Musial (Ferrari di Lake Forest) in terza posizione.

    Coppa Shell Race 2. Todd Coleman (Ferrari of Denver) ha preso la testa della corsa nella seconda gara della Coppa Shell e ha fatto rapidamente perdere le sue tracce, vincendo con oltre 30 secondi al momento della bandiera a scacchi sventolata 30 minuti più tardi.  Più indietro, Yahn Bernier (Ferrari of Seattle) è stato al comando di un gruppetto di cinque vetture, che si sono scambiate continuamente le posizioni, ma alla fine Bernier si è difeso dagli attacchi chiudendo secondo in Coppa Shell e battendo Chris Aitken (Ferrari of Houston), terzo.  Nella categoria Coppa Shell AM, Brandon Kruse (Ferrari of Central Florida) ha ottenuto la sua seconda vittoria proponendosi per il ruolo di favorito della classe.  Dietro di lui, staccato di tre secondi, ha chiuso Lance Cawley (Ferrari of Atlanta) che ha conquistato il suo secondo podio della stagione e Roy Carrol (Foreign Cars Italia) che ha completato il podio.

    Trofeo Pirelli Race 2. Con le condizioni di bagnato dalla mattina diventate ormai un ricordo, le vetture Trofeo Pirelli tornavano in pista per la loro seconda gara del giorno optando per pneumatici Pirelli slick. Cooper MacNeil (Ferrari of Westlake) era autore di una gara in solitaria che gli consegnava la prima posizione sotto la bandiera a scacchi.  Nel tentativo di mettere pressione su MacNeil, tuttavia, Martin Burrowes (Ferrari of Ft. Laudrdale) che scattava al suo fianco, si produceva in un’audace staccata all’esterno della curva 1 che si concludeva nell’erba e lo faceva precipitare in classifica.

    Da quel momento è stata una lotta a tutto campo con continui cambi di posizione e duelli durante tutti i trenta minuti di gara, come quello che ha visto protagonisti da Justin Wetherill (Ferrari of Central Florida) e Barry Zekelman (Ferrari of Ontario). Il contatto innestato da Wetherill causava un duplice testacoda e una fase di Full Course Caution che si completava senza che i due piloti fossero in grado di riprendere la gara. L’episodio consentiva a Martin Burrowes di portarsi alle spalle di MacNeil che, tuttavia, gestiva al meglio la ripartenza allungando sul gruppo degli inseguitori.

    Alla fine dei 30 minuti di gara, Jason McCarthy (Wide World Ferrari) conquistava il secondo posto assoluto, primo nel Trofeo Pirelli AM-2, con John Megrue (Ferrari of Long Island) direttamente sulla sua scia e Brian Davis (Ferrari of Palm Beach) terzo.  Nel Trofeo Pirelli AM-1 è stato Neil Gehani (Continental Autosport) ad aggiudicarsi la vittoria davanti a Martin Burrowes e Dave Musial (Ferrari di Lake Forest) a completare il podio del Trofeo Pirelli Am-1.