Logo Content

    Serata speciale a Fiorano con i campioni Ferrari nelle serie GT

    The Attività Sportive GT department’s new headquarters hosted the award ceremonies for drivers and teams that excelled in various championships and categories with Prancing Horse cars.

    Fiorano 03 dicembre 2022

    La nuova sede dell’ente Attività Sportive GT ha ospitato le premiazioni dei piloti e delle squadre che si sono distinti in diversi campionati e categorie con le vetture del Cavallino Rampante. La serata ha visto la celebrazione, nel complesso, di 29 titoli inclusi i due allori costruttori e piloti ottenuti nel FIA WEC.

    L’evento. Per la prima volta la tradizionale manifestazione di fine stagione è andata in scena nella sede che affaccia sulla pista di Fiorano, un circuito che quest’anno festeggia i 50 anni di storia. Durante la cerimonia sono intervenuti Enrico Galliera, Chief Marketing and Commercial Officer, e Antonello Coletta, Head of Attività Sportive GT.

    Titoli nazionali. In apertura di serata spazio alla celebrazione dei campioni delle serie nazionali partendo da Chris Goddard, Charlie Hollings, Bradley Ellis e Jamie Stanley, vincitori nel British Endurance Championship del titolo piloti di classe C, prima di chiamare sul palco il vincitore del Trofeo Italiano Velocità Montagna di classe GT, Roberto Ragazzi, e i piloti del Campionato Italiano Velocità Montagna: Lucio Peruggini, primo sia in classe GT sia in GT Supercup, Stefano Artuso, vincitore in GT Cup, e Tommaso Colella vincitore in GTS Cup. Nel Paese del Sol Levante due piloti, Takeshi Kimura e Kei Cozzolino, nella GT3 Japan Cup conquistano sia il titolo piloti assoluto, sia quello riservato ai Pro Am.

    I portacolori della Casa di Maranello hanno concluso con quattro allori la stagione del Campionato Italiano Gran Turismo dove, nella Endurance Cup, Rocco Mazzola sale sul gradino più alto del podio nella classe GT Cup Pro Am, Samuele Buttarelli e Lorenzo Cossu nella GT Cup Am, ed Easy Race ottiene il titolo GT Cup Team. Nella Sprint Cup Rocco Mazzola e Luigi Coluccio festeggiano nella GT Cup Pro Am.

    Gare internazionali. Nella Ultimate Cup Series, nelle prove della Coupe GT Hyper Sprint, Edoardo Barbolini ottiene la vittoria in classe UGT3A, e la squadra SR&R quella per i team; nella Coupe GT Endurance i piloti Jean-Paul Pagny, Jean Bernard Bouvet e David Hallyday s’impongono nella classifica assoluta.

    Numerosi i successi firmati nelle serie organizzate da SRO. Nel GT World Challenge Asia Kimura e Cozzolino brindano nella classe GT3 assoluta e Naoki Yokomizo nella Silver; nel GT World Challenge America Charlie Scardina e Onofrio Triarsi s’impongono nella classe Am, e Triarsi Competizione nella classifica a squadre Am. Cinque allori nel GT World Challenge Europe: nella Sprint Cup Ulysse de Pauw e Pierre Alexandre Jean alzano il trofeo della Silver Cup, AF Corse quelli per i team delle classi Silver e Pro Am. Nella Endurance Cup sugli scudi, in classe Pro Am, Andrea Bertolini, Stefano Costantini e Louis Machiels; mentre la classifica assoluta per i team di classe Pro Am incorona AF Corse. Oltre l’Atlantico, nell’IMSA, i piloti ufficiali Competizioni GT Davide Rigon e Daniel Serra ottengono il titolo GTD Pro, e Risi Competizione quello riservato ai team nella medesima classe.

    Mondiali. L’annata si conclude con due allori nel FIA World Endurance Championship, dove Alessandro Pier Guidi e James Calado si confermano campioni in LMGTE Pro per il secondo anno consecutivo, e la Casa di Maranello replica il successo dello scorso anno tra i costruttori di classe GTE. Festa grande anche per altri due piloti ufficiali, Nicklas Nielsen e Alessio Rovera, primi nella classe Pro Am con i prototipi LMP2.

    Riconoscimenti speciali. Protagonisti dell’evento anche Andrea Bertolini, Stefano Costantini, Louis Machiels e Alessio Rovera, per la vittoria ottenuta alla 24 Ore di Spa in classe GT3 Pro Am; Sarah Bovy, Rahel Frey, Michelle Gatting che con Doriane Pin hanno trionfato nella medesima corsa endurance per quanto riguarda la classe Gold.