Logo Content

    Concluso il prologo WEC a Sebring, indicazioni utili per Ferrari

    Sebring 14 marzo 2022

    A pochi giorni dal via ufficiale della Season 10 del FIA World Endurance Championship, sul tracciato di Sebring si sono conclusi i due giorni di prologo, con quattro sessioni utili per provare le vetture in vista della gara di venerdì. Impegnate lungo i 6.019 metri del circuito della Florida due 488 GTE nella classe LMGTE Pro e cinque nella classe LMGTE Am.

    Giorno 1. Temperature rigide e il passaggio del fronte di un tifone ha caratterizzato la prima giornata di prove, interrotte anzitempo nella mattinata. Con il progressivo miglioramento delle condizioni della pista, i tempi sono diventati man mano sempre più significativi e le squadre sono state in grado di portare al termine il lavoro pianificato. Nella classe LMGTE Pro, le Ferrari hanno chiuso le sessioni in quarta e quinta posizione, accusando un ritardo appena superiore al secondo rispetto alle Porsche che hanno ottenuto i migliori riscontri cronometrici. Tra le vetture di classe LMGTE Am, la 488 GTE di Iron Lynx ha invece fatto segnare il giro più veloce della giornata – 1’58”227 – con Giancarlo Fisichella che, in questa stagione, avrà in Claudio Schiavoni e Matteo Cressoni i suoi compagni di squadra. Terzo tempo per le Iron Dames Frey-Gatting-Bovy, mentre più staccate sono le altre vetture di Maranello: settima posizione per la prima delle due Ferrari di AF Corse, la numero 21 di Mann-Ulrich-Vilander, ottava per la 488 GTE di Spirit of Race di Dezoteux-Ragues-Aubry e undicesima per la seconda unità del team piacentino, guidata da Flohr-Castellacci-Cassidy.

    Giorno 2. Senza le bizze del meteo e con maggiori indicazioni per quanto riguarda l’assetto delle vetture, la seconda giornata del prologo ha consentito di raccogliere indicazioni utili in funzione della gara. Dopo aver coperto complessivamente 208 tornate nella prima giornata, le 488 GTE di AF Corse hanno inanellato altri 200 passaggi alla fine della quarta e ultima sessione, nonostante le 6 fasi di bandiera rossa che hanno caratterizzato la domenica. Le due Ferrari numero 51 e 52 hanno segnato il quarto e quinto tempo, sia al mattino quanto al pomeriggio. Nella classe LMGTE Am, passo in avanti per le vetture di AF Corse, grazie al terzo tempo di Simon Mann, Christoph Ulrich e Toni Vilander e al quinto di Thomas Flohr, Francesco Castellacci e Nick Cassidy nella quarta sessione. Sesta e nona piazza per le due 488 GTE di Iron Lynx, con la 85 di Frey-Gatting-Bovy davanti alla gemella numero 60 di Fisichella-Schiavoni-Cressoni. Decimo tempo per la Ferrari di Spirit of Race che, nella mattinata, era stata protagonista di un incidente, senza conseguenze per il pilota. Dopo aver ripristinato la 488 GTE, il terzetto Dezoteux-Ragues-Aubry è tornato in pista per completare la sessione.


    14 marzo, 2022