Logo Content

    Domenica in salita

    Francorchamps 28 agosto 2022

    La Scuderia Ferrari nel Gran Premio del Belgio ha portato a casa un terzo posto con un combattivo Carlos Sainz e un sesto con Charles Leclerc, autore di una gara poco fortunata che lo ha visto costretto a uno stop nei primissimi giri a causa di una visiera a strappo che si è infilata nella presa d’aria dei freni anteriore destra della sua F1-75 causando un surriscaldamento. Per Sainz si tratta del settimo podio stagionale, mentre la squadra rimane seconda nel Mondiale Costruttori.

    Passo non sufficiente. Carlos, con un ottimo scatto dalla pole position, è riuscito a tenere la testa della corsa nelle fasi iniziali ma dopo la prima sosta il passo di Max Verstappen e Sergio Perez si è dimostrato superiore, così lo spagnolo si è dovuto concentrare sulla gestione della terza posizione che veniva minacciata da George Russell, mai però in condizione di attaccarlo. Charles, che già partiva indietro per la penalità derivante dall’aver sostituito la power unit, è stato chiamato a una doppia rimonta. Era risalito dal 14° al nono posto ma dopo la sosta per liberare la presa d’aria dei freni è precipitato 17° dovendo ricominciare tutto da capo. Il monegasco è stato bravo a raddrizzare la propria gara rimontando fino al quinto posto sotto la bandiera a scacchi, poi diventato sesto per una penalizzazione di cinque secondi per eccesso di velocità in pitlane a due giri dal termine.

    Subito in pista. Il Mondiale tornerà in pista già domenica prossima su un circuito completamente diverso: il tortuoso Zandvoort con le sue curve paraboliche. Parte della squadra andrà direttamente in Olanda, mentre il resto del gruppo tornerà a Maranello dove si analizzerà a fondo la gara per comprendere la differenza di passo con gli avversari con i quali si è lottato ruota a ruota per tutta la stagione fin qui.


    Carlos Sainz #55

    In macchina mi sentivo bene e ho dato il massimo ma il nostro passo oggi non era veloce abbastanza per puntare alla vittoria. La nostra gara è stata solida dall’inizio alla fine, con pit stop buoni e strategie corrette, ma non è stato sufficiente per tenere dietro le Red Bull che oggi ne avevano di più.

    Ora è tempo di analizzare bene tutti i dati e prepararci al meglio per le prossima gara a Zandvoort.

    Charles Leclerc #16

    Siamo partiti bene poi al terzo giro ci siamo dovuti fermare ai box per rimuovere una visiera a strappo che si era infilata in una presa d’aria dei freni mentre eravamo noni. Questo ci ha rispediti in fondo al gruppo e da quel momento ho capito che sarebbe stata una corsa difficile.

    Il feeling in macchina era abbastanza buono, ma rispetto ai nostri rivali ci mancava passo. Loro hanno fatto un grande passo avanti questo fine settimana e noi dobbiamo lavorare per colmare il divario.

    Mattia Binotto Team Principal & Managing Director

    Il risultato di oggi è sotto le aspettative. Red Bull ha fatto un grande lavoro e la differenza di prestazione questo week-end tra noi e loro, sia in termini di passo che per quanto riguarda il degrado gomme, è stata evidente. Buona la gara di Carlos, Charles è stato sfortunato nei primissimi giri e la sua corsa da quel momento è stata ancora più in salita.

    Dal canto nostro dobbiamo rimboccarci le maniche per continuamente migliorare la prestazione della vettura. La prossima gara ci vedrà impegnati a Zandvoort, una pista con caratteristiche completamente diverse sulla quale daremo come sempre il massimo per ottenere il miglior risultato.