Logo Content

    Formula 4 UAE: Wharton inizia dal podio

    Maranello 24 gennaio 2022

    Nel weekend che lo ha visto esordire ufficialmente in monoposto, il quindicenne è salito sul podio di Abu Dhabi, grazie alla terza posizione conquistata in Gara-1.

    Prima gara, primo podio. È iniziata nel migliore dei modi l’avventura in monoposto di James Wharton, che in questo fine settimana ha esordito nella serie Formula 4 UAE sul circuito di Yas Marina. Il pilota australiano della Ferrari Driver Academy era uno dei dieci esordienti (sui 27 piloti che partecipano all’edizione 2022 del campionato mediorientale) che ha iniziato il percorso in monoposto dopo aver terminato la carriera in karting nel 2021.

    Sempre davanti. Wharton si è confermato stabilmente nel gruppo in lotta per il podio, confermando un rapido adattamento in un contesto per lui del tutto inedito. Il bilancio al termine delle quattro gare disputate a Yas Marina è di un terzo, un quinto e un nono posto, un bottino su cui pesa il ritiro in Gara-3 a causa di un problema elettrico alla monoposto, avvenuto nel corso dell’ultimo giro quando James occupava saldamente la seconda posizione. Complessivamente Wharton ha conquistato 27 punti, ed è sesto assoluto nella classifica generale nonché leader in quella riservata agli esordienti. “Ho imparato tanto in questo weekend – ha commentato James – ho conquistato il mio primo podio in monoposto e tre vittorie nella classifica rookie. Direi un buon inizio di stagione, ma siamo solo all’inizio, e non vedo l’ora di tornare in pista il prossimo fine settimana a Dubai”.

    Gara-1. I riscontri di Wharton sono stati incoraggianti già nelle prove libere, poi è arrivata la conferma in qualifica, dove James ha ottenuto una quarta ed una seconda posizione nelle due sessioni. Al via di Gara-1 l’australiano da quarto si è portato subito in terza posizione, ma la corsa è stata presto congelata dalla Safety Car entrata in pista a causa di due differenti incidenti. La bandiera verde è arrivata solo a cinque minuti da quella a scacchi, e gli ultimi due giri di gara, molto animati, si sono conclusi con una volata che ha visto Wharton in terza posizione a un solo decimo dal vincitore Andrea Kimi Antonelli.

    Gara-2. La seconda corsa del weekend ha visto Wharton scattare dalla settima posizione dello schieramento, e sfilare subito al sesto posto. James a metà gara è salito quinto, confermando un ottimo passo che gli ha consentito di raggiungere il gruppo di testa nelle fasi finali, anche se troppo tardi per cercare di guadagnare ulteriore terreno. 

    Gara-3. La terza gara del weekend è iniziata con ambizioni importanti, grazie alla seconda piazza occupata da James sulla griglia di partenza. Un’opportunità che il quindicenne australiano ha sfruttato molto bene, sfilando alle spalle di Antonelli. La corsa dopo dieci dei trenta minuti in programma è stata congelata dalla Safety Car, e quando è stata sventolata la bandiera verde Wharton ha gestito molto bene la situazione mettendosi al riparo da potenziali attacchi. Purtroppo nel corso dell’ultimo giro di gara un problema elettrico lo ha costretto ad accostare a bordo pista, vedendo così svanire una piazza d’onore ormai in tasca.

    Gara-4. Il ritiro in Gara-3 è costato a Wharton anche una posizione di partenza decisamente poco agevole nella quarta ed ultima corsa del weekend. James è scattato 24°, ma un’ottima partenza e un primo giro impeccabile, gli hanno permesso di salire subito 13°. La rimonta è proseguita fino alla bandiera a scacchi, sotto la quale Wharton è passato nono, conquistando gli ultimi punti di un fine settimana pieno di spunti positivi che James ricorderà a lungo.