Logo Content

    Grinta e precisione, Sartingen conquista Gara 2

    Portimão 03 aprile 2022

    Una gara dura, ma quando la situazione si fa complicata la vittoria assume ancor più valore. E così è pienamente comprensibile l’entusiasmo di Axel Sartingen (Lueg Sportivo - Herter Racing) al termine della seconda corsa.

    “Sono molto contento, è stata una gara molto dura ma bella e credo che sia stata divertente anche da guardare, almeno lo spero! Partire dalla pole position non significa vincere, e io lo so bene dal momento che nella scorsa stagione ho siglato più volte il giro veloce in qualifica. ma poi non sono stato fortunato. Adoro il circuito di Portimao, con i suoi cambi di direzione: è molto tecnico ed è il genere di tracciato che preferisco, come dimostra il risultato. Inoltre, la lotta per il primo posto è stata davvero serrata quindi la soddisfazione è ancora più grande.

    Rispetto a Franz Engstler ho sofferto per l’usura degli pneumatici, soprattutto nell’affrontare gli angoli stretti, dove infatti il mio avversario riusciva a guadagnare. Fortunatamente nelle curve veloci, invece, io riuscivo a tenere meglio la macchina guadagnando ogni volta 20-30 metri. Poi nelle fasi finali sono riuscito a tenerlo distante da me: si è dimostrato un ottimo pilota ed è stato un bel duello. Posso affermare che la mia vettura è stata impeccabile.

    Ora vediamo cosa accadrà in Francia. Penso che sarà una corsa altrettanto dura. Una gara nella quale sarà importante mantenere la scia della vettura che precede. Ci saranno anche diverse chicane: insomma è un tracciato dove riuscire a raggiungere la velocità massima risulta molto importante, ma allo stesso tempo è molto alto il rischio di perdere aderenza. Anche la preparazione della vettura rappresenta una bella sfida, perché essendo un circuito non molto tecnico è difficile indovinare l’assetto ideale. Ho corso solo una volta al Paul Ricard ma mi piace molto, vedremo cosa accadrà”.