Logo Content

    Le voci dal podio di Gara 1 di Hockenheim

    Hockenheim 23 luglio 2022

    Due prove combattute sul difficile circuito di Hockenheim hanno inaugurato il quarto round del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli Europe. Ecco i commenti dei protagonisti sul podio di Gara 1.

    Luka Nurmi, secondo classificato Trofeo Pirelli: “Oggi ho avuto una buona partenza, dopodiché Doriane Pin mi ha sorpassato e, per molti giri, sono riuscito a starle davvero vicino. Successivamente, ho dovuto rallentare per gestire le gomme e rinunciare al tentativo di rimonta”.

    Eliseo Donno, terzo classificato Trofeo Pirelli: “E’ un risultato davvero incredibile, visto che partivamo dalla settima posizione conquistata nelle qualifiche dove non siamo riusciti a fare un giro pulito. È un ottimo risultato e spero che sia il primo di una lunga serie”.

    Nicolò Rosi, secondo posto Trofeo Pirelli Am: “Sono molto contento, è veramente entusiasmante. Speravo di fare una bella partenza e devo dire che le cose sono andate oltre le mie aspettative. Poi essere sul podio con Arno (Dahlmeyer) e con Ange (Barde) è sicuramente una bella esperienza”.

    Arno Dahlmeyer, terzo posto Trofeo Pirelli Am: “Sono davvero felice, per me è una giornata speciale perché raggiungere il podio sul circuito di casa è fantastico. Tra l’altro, non solo siamo in Germania, il mio paese, ma siamo a 40 minuti da dove sono nato; qui ho la mia famiglia, insomma è un’emozione davvero speciale”.

    Alessandro Giovanelli, secondo classificato Coppa Shell: “E’ stata la prima gara in assoluto nel Ferrari Challenge Europe e alla guida della Ferrari 488 Challenge Evo. Erano anni che ero in contatto con Andrea Zadra di Rossocorsa e finalmente ora sono qui. Oggi è stata un’esperienza meravigliosa sia dal punto di vista organizzativo di Ferrari, che del team, che mi ha sempre supportato. È stata una gara abbastanza dura sia per il caldo sia per la mia inesperienza nel guidare la vettura, che non è da sottovalutare. Ero molto timoroso ma è stato un ottimo inizio perché i colleghi sono esperti ed io, entrando in punta di piedi, ho cercato di fare il mio meglio. Sono stato aiutato dall’ingegnere Gianluca e da tutti i tecnici, a cui vanno i miei ringraziamenti. Vedremo come andrà domani”.

    Axel Sartingen, terzo classificato Coppa Shell: “È stata una gara impegnativa. Fino all’entrata della Safety Car non sono riuscito a raggiungere Franz (Engstler), che è stato incredibilmente veloce. Ho cercato di mantenere il mio secondo posto ma ho commesso un errore e, in questa gara, anche un solo errore può compromettere il risultato finale. Infatti, ho perso terreno e la new entry Giovanelli mi ha raggiunto e superato. All’ultimo giro ero molto vicino, ma non sono comunque riuscito a riprendere la posizione persa. Senza quell’indecisione avrei concluso sicuramente la corsa al secondo posto. Domani sarà un’altra gara e vedremo cosa succederà”.

    Andreas König, secondo posto Coppa Shell Am: "È stato un avvio impegnativo, con tante auto sulla griglia di partenza e sono felice di essere riuscito a tenermi fuori dai guai. Sono stato aiutato dalla fortuna e sono riuscito a superare un pò di avversari. Ho cercato di mantenere un ritmo costante, sfortunatamente non sono riuscito a conquistare il primo posto, ma va bene così. Vediamo cosa accadrà domani!".

    Alexander Nussbaumer, terzo posto Coppa Shell Am: "È stata una gara molto interessante. Purtroppo, nelle fasi iniziali sono finito nell'erba proprio mentre ero primo e quindi ho dovuto lavorare duramente per recuperare posizioni. Alla fine, devo dire di aver raggiunto abbastanza agilmente il terzo posto, ho avuto anche fortuna nel riuscire a superare alcuni avversari".