GP d'Ungheria - Massa: “Una pista dove sono sempre stato veloce e competitivo”

26.7.2012
Budapest, 26 luglio – Dicono che una settimana di pausa nel calendario di Formula 1 non sia il massimo se hai centrato un buon risultato: non si ha infatti il tempo necessario per gustarsi quanto ottenuto. Ma i pochi giorni che separano due GP potrebbero non trascorrere abbastanza velocemente dopo una brutta corsa, poiché è forte il desiderio di cambiare le cose. In questa ultima categoria, chiaramente, rientrava Felipe Massa questo pomeriggio durante l’incontro con i giornalisti nell’hospitality unit della Scuderia Ferrari all’interno del paddock dell’Hungaroring. Un pomeriggio in cui sono cadute gocce di pioggia, probabile segno di un altro week-end all’insegna dell’incertezza sul fronte delle condizioni meteo. Il particolare incidente in cui è stato coinvolto Felipe su questa pista risale a quattro anni fa, ma ancora sembra essere il primo argomento oggetto di domande quando il pilota brasiliano arriva nella capitale ungherese: “E’ stato un momento difficile della mia vita e della mia carriera, ma non è cambiato niente nella mia mente quando arriva il momento di correre qui”, ha esordito Felipe. “Non ci penso quando raggiungo quel punto della pista, e poiché non mi ricordo niente dell’incidente, di fatto per me non c’è niente a cui pensare. Quello che ricordo è che questa è una pista dove mi piace gareggiare e dove sono sempre stato veloce e competitivo. Ma è sempre accaduto qualcosa. Anche nel 2008, avevo la vittoria in tasca ma mi sono dovuto fermare a tre giri dalla fine. Per quanto riguarda quest’anno, voglio solo un fine settimana pulito e se ci riusciamo, allora penso di poter disputare una grande gara. Mi piace questo posto, mi piace la gente, e dopo l’incidente le persone qui sembrano avere più affetto per me, il che mi da ulteriori motivazioni per fare bene”.

Una domanda sugli pneumatici Pirelli riporta la conversazione all’attualità: “Finora le gomme non si sono rivelate troppo ostiche per noi, anche se in alcune gare si osserva un maggiore degrado rispetto ad altri GP”, ha affermato il pilota Ferrari. “In generale, gli pneumatici si comportano molto meglio rispetto allo scorso anno. Adesso non assistiamo a così tanti pit stop come prima. L’attenzione adesso è molto più sulla monoposto che sulle gomme, e abbiamo migliorato molto la nostra vettura dall’inizio dell’anno. Il nostro obiettivo è continuare a migliorare la F2012 durante il resto della stagione, specialmente dal punto di vista aerodinamico”.

Il difficile inizio di stagione di Massa fa sì che la Classifica Piloti non sia la sua principale priorità. Aiutare il suo compagno di squadra e il team è invece la sua prima preoccupazione: “Una gara pulita è quello che conta e che aiuterebbe molto Fernando, così come aiuterebbe me e la squadra. Sono completamente fuori dai giochi per la lotta al titolo, ma Fernando ha un buon vantaggio, anche se mancano ancora molte gare. Farò del mio meglio per essere davanti, per cercare di vincere e anche aiutare Fernando per il Campionato nel miglior modo possibile. Detto questo, il mio obiettivo è sempre lo stesso, cercare di battere Fernando e tutti gli altri piloti. E’ questo che mi aspetto quando gareggio ed è quello che ogni pilota deve fare, cercare di vincere. Ma se mi ritrovassi in testa a una gara e Fernando fosse alle mie spalle, saprei cosa fare, perché sono un pilota professionista. E sarebbe così in ogni squadra”. Altrettanto chiaro il pilota brasiliano sull’ultimo argomento all’ordine del giorno, ovvero il proprio futuro, “Voglio restare in Formula 1, ma deve essere in una situazione in cui sono qui nel Circus per correre, non solo per partecipare”, ha concluso Felipe. “Se per qualsiasi motivo non avessi la possibilità di rimanere in Ferrari, allora cercherei una soluzione per continuare a gareggiare. Le piccole squadre? Non sono interessato”.

HUN - Felipe Massa, giovedì

 
HUN - Felipe Massa, giovedì
Il nostro obiettivo è continuare a migliorare la F2012 durante il resto della stagione, specialmente dal punto di vista aerodinamico

Piccole Ferrari per i ferraristi cinesi

07.03.2013

Maranello, 7 marzo – Se la Ferrari è il brand più forte del mondo – lo ha sancito il mese scorso Brand Finance, società leader globale nella ...

Domenicali: “Melbourne sarà solo l’inizio”

06.03.2013

Maranello, 6 marzo – Cresce l’attesa per l’inizio del Campionato del Mondo 2013 e crescono anche le aspettative sulla competitività della Sc ...

Fry: “La chiave sarà capire gli pneumatici”

03.03.2013

Barcellona, 3 marzo – Sono passati in fretta i dodici giorni di test a disposizione della Scuderia Ferrari e delle altre dieci squadre tra i ...

Ferrari S.p.A.- sede legale: via Emilia Est 1163, Modena (Italia) - capitale sociale Euro 20.260.000 - p.i./codice fiscale 00159560366

Iscritta al registro imprese di Modena al n. 00159560366 - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati