Massa Blog

Simoncelli e Wheldon, due tragedie scioccanti

25/10/2011 · Postato da Felipe Massa
(5)

Sono appena arrivato in India. E’ la prima volta che mi trovo in questo Paese e non vedo l’ora di scoprire una nuova pista: il mio mestiere è correre, è questo che amo ed è bello farlo in nuovi luoghi. Però in questo momento i miei pensieri sono tutti per le famiglie e gli amici di Dan Wheldon e Marco Simoncelli. Sembra davvero che quando si verificano delle disgrazie accadono tutte insieme. A causa della differenza di fuso orario fra la Malesia e il Brasile ho appreso la notizia dell’incidente di Sepang quando mi sono svegliato domenica mattina nella mia casa di San Paolo. E’ stato un vero choc: Simoncelli era un bravissimo ragazzo ed era uno dei personaggi delle corse motociclistiche oltre che un grande talento. Questa tragedia è arrivata a poca distanza dalla morte di Dan Wheldon, che era un mio amico, e ha reso queste giornate particolarmente difficili. Sappiamo che quando si corre il rischio esiste, ogni volta che si scende in pista. Quando si è al volante non ci si pensa e si spinge al massimo, magari troppo. Però quando succedono tragedie come queste ci si rammenta che il pericolo è sempre in agguato. Non sono in grado di parlare dell’incidente di Simoncelli perché non ho esperienza di corse motociclistiche ma per quanto riguarda quello di Dan, l’unica speranza è che serva da campanello d’allarme per la Formula Indy come accadde con l’incidente di Senna ad Imola nel 1994 per la Formula 1, che portò ad un aumento della sicurezza nel nostro sport. A mio parere, c’è molto da fare nella Indy per migliorare la sicurezza: ora non è il momento di dire di chi è la colpa piuttosto bisogna analizzare le cose con calma e avere delle risposte dagli organizzatori. Forse si potrebbe iniziare a pensare a correre con gli abitacoli chiusi, considerato il tipo di circuiti e il numero di vetture che partecipano agli eventi di questa Formula ma questa è soltanto un’idea: la questione sicurezza va affrontata in maniera complessiva.

La Corea è stata il mio centocinquantesimo Gran Premio in Formula 1, la maggior parte dei quali trascorsi al volante di una Ferrari. Peraltro, fra poco, precisamente in Brasile, potrò celebrare anche la mia centesima gara con la Scuderia. E’ sempre bello raggiungere una cifra tonda: ho ancora diversi anni di carriera davanti a me, non sono ancora così vecchio, e continuerò a lottare per raggiungere risultati migliori di quello della Corea, che non è stato esattamente il massimo per festeggiare un traguardo per me così significativo. Detto questo, mi sono divertito a guidare sul circuito di Yeongam: è stato quasi come correrci la prima volta visto che lo scorso anno la gara è stata fatta quasi interamente sul bagnato.

Per prepararmi al meglio alla prima edizione del Gran Premio dell’India ho trascorso una giornata al simulatore per avere una prima sensazione della pista e ho anche utilizzato nei giorni scorsi l’ultima versione del gioco ufficiale della Formula 1, dove c’è anche il circuito di Buddh. Il primo feeling è che si tratti di un bel tracciato, che ha qualcosa in comune proprio con quello di Yeongam: c’è un rettilineo molto lungo e ci sono diversi tipi di curve, da quelle veloci a tornanti molto lenti, cui si aggiungono vari cambi di gradiente. Il parallelo con la Corea finisce qui perché in India fa sicuramente molto più caldo e poi perché useremo le Soft e le Hard, tradizionalmente non una combinazione ideale per la 150° Italia. Spero che avremo fatto dei progressi su questo fronte e che potremo così ottenere un bel risultato.

Come ho detto all’inizio, questa è la mia prima volta in India: mi piace scoprire nuovi posti e sono sicuro che sarà una settimana molto interessante. Gli Indiani amano lo sport e sono sicuro che ci sarà molta attenzione per il Gran Premio, per la Formula 1 per le corse in generale.

Dopo la Corea sono stato a casa a San Paolo con la mia famiglia, riposandomi e facendo un po’ di allenamento, ma ora ho voglia di ributtarmi nella mischia, di vedere il nuovo circuito di provare a raggiungere un buon risultato nelle ultime tre gare di questa stagione.
 
Tag:


Commenti5


  • 25/10/2011 15:52
    da Hckixvii
    Grande Felipe. In India voglio vedesti sul podio Lo sappiamo tutti che sicuramente ci riuscirai Quando vai nel podio(perché sono sicuro che ci vai) alza la mano come cenno di saluto! Ciao ti rivedrò nel podio Hckixvii
  • 25/10/2011 16:27
    da Marta93
    Ciao Felipe! Come hai detto tu questi giorni, per il mondo dello sport, sono stati molto difficili. In questi casi non si può esprimere a parole quello che si sente. Buona fortuna per la gara! Questo circuito sarà un'esperienza nuova per tutti; speriamo sia favorevole alla Ferrari. FORZA FELIPE! SONO CON TE! Un grosso abbraccio. La tua fan numero 1, Marta93.
  • 26/10/2011 17:34
    da Adriana
    Ciao Felipe, mi fa davvero piacere che tu abbia ricordato Marco Simoncelli! LUi oltre ad essere un gran pilota, è stata una persona fantastica con un grande animo! Adesso noi italiani piangiamo la sua scomporsa, perchè per noi è come se fosse mancato un grande amico prima di tutto! Spero che il vostro pensiero possa tornare a lui domenica e ringraziarlo con un bel podio sarebbe la maniera migliore! FORZA FELIPE <3
  • 30/10/2011 22:41
    da fede_96
    Ciao felipe mi dispiace moltisimo per quello che oggi è successo in gara ma così sono lo corse,Come diceva il nostro SIC!veniamo un pò tutti da una settimana piena di emozioni e lacrime ma anche di riflessioni. spero che nella prossima gara possa dare il 100 per cento e spero ti possa regalare un podio e qualche speranza in più per il futuro! Dai Felipe,sono convinta che ce la farai!la tua piccola fan fede_96!
  • 31/10/2011 16:34
    da queruccio
    continua a correre velocissimo come hai sempre fatto, dai felipe il podio e poi una vittoria arriverà con la tua tenacia;) Forza Ferrari, Felipe e Fernando!;)

 

Blog di Alonso

Giorni di grandi emozioni
09/05/2012 · Postato da Fernando Alonso(37)
Eccoci qui, alla vigilia della mia gara di casa, il Gran Premio di Spagna. E’ sempre un appuntamento speciale per me, perché correre davanti ai miei tifosi dà sempre un’emozione particolare. Di questo e del mio rapporto con i fan e parlo anche nell’intervista esclusiva disponibile nel sesto numero di Scuderia Ferrari Racing News su www.ferrarif1.com. e, come molti di voi hanno potuto leggere, nelle risposte ai miei follower su @alo_oficial. A proposito di emozioni, ieri è s ... Leggi tutto »

Ferrari S.p.A.- sede legale: via Emilia Est 1163, Modena (Italia) - capitale sociale Euro 20.260.000 - p.i./codice fiscale 00159560366

Iscritta al registro imprese di Modena al n. 00159560366 - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati