Massa Blog

Che passione in Giappone!

04/10/2011 · Postato da Felipe Massa
(3)

Come ho già detto la scorsa settimana, il Gran Premio di Singapore è ormai archiviato e non ci sono motivi per parlare ancora di un fine settimana che non è certo stato positivo per me. Meglio concentrarsi sul prossimo weekend di gara, quello del Giappone, sperando che inizi bene e finisca senza brutte sorprese. Ah, solo una cosa prima di voltare davvero pagina. Mi hanno detto che c’è stato un po’ di polverone in seguito ad una frase detta dal mio ingegnere di pista alla radio durante la gara. A parte il fatto che non mi ricordavo proprio di quanto aveva detto Rob, penso che non serva a niente adesso fare polemiche e tentare di collegare questo episodio con il successivo contatto con Hamilton: sono due fatti separati e non hanno nulla a che vedere l’uno con l’altro. Sono sicuro che con Lewis avremo modo di chiarirci e mettere una pietra sopra su tutta questa storia, com’è giusto che sia fra due piloti. Quello che succede in pista deve rimanere lì.

Mi piace molto la pista di Suzuka e, in termini di divertimento, è alla pari con Spa, soprattutto perché ci sono molte curve veloci che sono impegnative e danno davvero soddisfazione quando si affrontano nella giusta maniera. In realtà c’è un bel mix di curve in questo tracciato, come le Esse dopo la prima: lì ci vuole una macchina molto buona nei veloci cambi di direzione altrimenti si rischia di perdere tanto tempo prezioso. Nel secondo settore c’è il tornantino e poi la curva del Cucchiaio, un punto molto interessante. Si parla molto della 130R ma, sinceramente, una volta che è stata modificata per ragioni di sicurezza è diventata un po’ come l’Eau Rouge a Spa e si percorre praticamente in pieno.

Il 2006 fu un anno molto buono per me a Suzuka: conquistai la pole position e finii la gara al secondo posto. Certo sarebbe bello ripetersi ma dobbiamo essere realisti: abbiamo degli avversari fortissimi… Per capire quali potrebbero essere le nostre vere possibilità dovremo aspettare fino alla prima giornata di prove, quando cominceremo a farci un’idea di dove saremo rispetto agli altri: quest’anno abbiamo visto che le attese della vigilia sono state più di una volta smentite e magari siamo andati forte su piste dove in teoria non doveva essere così e viceversa. Spero che potremo essere in grado di lottare per le posizioni di vertice anche se, a questo punto della stagione, non ci saranno molte novità in termini di sviluppi aerodinamici e di altro genere. Anche se a noi piloti la pista piace molto è vero che spesso la corsa è stata un po’ frustrante perché i sorpassi non sono mai stati facili ma stavolta, fra DRS, KERS e ruolo delle gomme Pirelli, credo che la situazione cambierà. Credo che ci sia l’intenzione di avere due zone per usare l’ala posteriore mobile in gara, il che sarebbe un grande aiuto.

Sono contento di andare in Giappone. Ho sentito dire che alcuni dei piloti di Moto GP pensavano di boicottare il loro Gran Premio del Giappone, che si svolge su un circuito più vicino alla centrale nucleare di Fukushima, ma noi corriamo a Suzuka, situata in una parte totalmente diversa del Paese. Non ho alcuna preoccupazione ad andare in Giappone e penso che sia un bene che la Formula 1 offra il consueto spettacolo in una nazione che ha sempre apprezzato il nostro sport. Mi piace il Giappone, non soltanto la pista dove corriamo, e sono felice di poter fare anche lì il mio lavoro, sperando di vedere le persone contente e sorridenti. A Suzuka si sente la passione che hanno per la Formula 1 e non vedo l’ora di arrivarci.

E’ arrivato anche il momento di cominciare a pensare all’evento di kart che ormai da diversi anni organizziamo a Florianopolis, in Brasile, nel mese di dicembre. E’ bello che tanti piloti di Formula 1 abbiamo già deciso di parteciparvi. L’organizzazione è in larga parte nelle mani di mio padre, mio fratello e un amico ma anch’io sono coinvolto, soprattutto nell’invitare i miei colleghi. E’ un’avventura iniziata un po’ come un divertimento ma adesso è diventata un vero evento, che cresce ogni anno di più. Vi chiedete perché un pilota voglia passare un altro weekend in una pista di kart al termine di una stagione già lunga e faticosa? Si guida su un tracciato piccolo quindi la velocità è molto elevata, il che avvicina la gara ad una di Formula 1 in un certo modo. Inoltre, è l’opportunità per competere finalmente tutti alla pari, con lo stesso mezzo: prima di ognuna delle due gare ogni pilota riceve un telaio e un motore completamente nuovo, stabilito da un sorteggio.

Venerdì scorso sono stato ad un evento del nostro sponsor primario, Philip Morris, a Belgrado, e ieri sono partito alla volta di Tokyo, dove trascorrerò u paio di giorni prima di andare a Suzuka giovedì mattina. Mancano cinque gare alla fine di questo campionato e spero tanto di avere delle chance di chiuderlo con qualche bel risultato.
 
Tag:


Commenti3


  • 04/10/2011 20:07
    da fede_96
    Felipe mi è dispiaciuto tantissimo per singaporeera una gara abbastanza buona e purtroppo è successo quelloche speravo non succedesse! si hai ragione meglio metterci una pietra sopra e pensare a domenica e a tutto il week-end...speriamo che riuscirai a combattere con i primi e ad avere un pò di fortuna arrivando anche al podio!incrociamo le dita e speriamo!!Sono con te!!
  • 05/10/2011 17:01
    da daniel
    Forza Felipe che prima o poi quest' anno dovresti almeno vincere una gara!!!!!!!!! Forza che questa gara la vincerai o salirai almeno su un gradino del podio!!!!!!!!!!! Forza Felipe e forza Ferrari!!!!!!!!!!!
  • 06/10/2011 16:43
    da Adriana
    Ciao Felipe, forza non dobbiamo scoraggiarci, presto arriverà una vittoria e una bella serie di podi anche per te!! è stata una stagionje sottotono e sfortunata ma troverai il modo di rifarti e al più presto!! Sappi che noi tifosi ti sosterremo sempre, in qualunque situazione, ormai ci siamo affezionati a te!! Forza FERRARI!!!!

 

Blog di Alonso

Giorni di grandi emozioni
09/05/2012 · Postato da Fernando Alonso(37)
Eccoci qui, alla vigilia della mia gara di casa, il Gran Premio di Spagna. E’ sempre un appuntamento speciale per me, perché correre davanti ai miei tifosi dà sempre un’emozione particolare. Di questo e del mio rapporto con i fan e parlo anche nell’intervista esclusiva disponibile nel sesto numero di Scuderia Ferrari Racing News su www.ferrarif1.com. e, come molti di voi hanno potuto leggere, nelle risposte ai miei follower su @alo_oficial. A proposito di emozioni, ieri è s ... Leggi tutto »

Ferrari S.p.A.- sede legale: via Emilia Est 1163, Modena (Italia) - capitale sociale Euro 20.260.000 - p.i./codice fiscale 00159560366

Iscritta al registro imprese di Modena al n. 00159560366 - Copyright 2012 - Tutti i diritti riservati